MotoGP: le dichiarazioni dopo le qualifiche di Silverstone

I commenti dei 16 piloti della MotoGP al via di Silverstone

20 giugno 2010 - 1:08

Prima pole position stagionale per Jorge Lorenzo, qualche preoccupazione in seguito alle scivolate di Randy De Puniet e Dani Pedrosa al suo fianco in prima fila. Questo è quanto accaduto nelle qualifiche della MotoGP a Silverstone, con i piloti già determinati a inseguire un buon risultato per la giornata di gara a cominciare dallo stesso poleman: proprio da lui partiamo nel riportare le dichiarazioni di tutti e 16 i piloti della MotoGP al via di Silverstone grazie al servizio media delle squadre. Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha Team), 1°Sono molto contento di questa prima pole della stagione, ma lo sono ancora più per il fatto di sentirmi così bene sulla mia M1 questo pomeriggio. E’ davvero importante essere in prima fila per domani, perché ciò ci dà la migliore possibilità di un altro podio. Oggi abbiamo fatto 18 giri consecutivi con le gomme dure e poi altri otto con quelle morbide, il che è un buon segno, ma la pista era piuttosto fredda, oggi, e ci è voluto un po’ di tempo perché le gomme raggiungessero la giusta temperatura, quindi dobbiamo aspettare e vedere come sarà tempo per quanto riguarda la nostra scelta finale. Mi sento tranquillo e non vedo l’ora che sia domani, e spero che non piova. Ringrazio tutto il mio team per aver fatto un ottimo lavoro oggi“. Randy De Puniet (LCR Honda MotoGP), 2°Sono entusiasta perché questa è la prima fila dal GP di Assen nel 2007. Mi sto divertendo molto su questo tracciato e pensavo fosse possibile portare a casa la pole quando ho “rubato” il miglior tempo a Lorenzo di mezzo secondo ma poi nell’ultimo giro lui ha fatto le stesso con me e io purtroppo sono anche scivolato. Mi sono procurato un taglio al pollice della mano destra ma non è stato necessario mettere dei punti. Di sicuro questa caduta mi è servita così domani in gara starò più calmo! Ho un buon feeling con la moto e, giro dopo giro, sono sempre più veloce ma ci sono alcune cose da sistemare nelle mappature del motore e nel controllo di trazione e ci lavoreremo stasera. Sinceramente preferisco non fantasticare sul podio ma di sicuro abbiamo il potenziale per fare una gara lì davanti“. Dani Pedrosa (Repsol Honda Team), 3°Sono caduto al mio ultimo giro di qualifica, ho frenato e l’anteriore ha cominciato a muoversi molto per i numerosi avvallamenti e sono scivolato. Probabilmente la moto era molto vicina a me e mi ha toccato: inizialmente avevo molto male, ma adesso il dolore è passato e sarò ok per domani. Oggi siamo stati veloci nelle due sessioni, abbiamo un buon set-up generale della moto pertanto credo abbiamo il potenziale per disputare un’ottima gara. Dobbiamo ancora decidere quali gomme utilizzare domani perchè sembra possa esserci più caldo rispetto ad oggi. Siamo comunque in prima fila e questo è importante, cercherò di partire bene per provare la fuga e replicare le buone prestazioni delle ultime gare“.

Andrea Dovizioso (Repsol Honda Team), 4°Sono contento di questo quarto posto nelle qualifiche. Volevo essere un pò più vicino alla prima posizione come tempi sul giro, ma sono comunque soddisfatto. Questa mattina sono caduto, ma sono riuscito subito a ripartire anche se con la mia seconda modo. Questo non mi ha consentito di effettuare prove comparative tra i due telai: per la gara useremo quello nuovo così come è stato nelle qualifiche, sembra davvero funzionare bene. L’obiettivo è ottenere un altro podio e noi siamo fiduciosi per domani“. Nicky Hayden (Ducati Marlboro Team), 5°Oggi abbiamo fatto un discreto passo in avanti. Ieri sapevo che non eravamo lontani come sembrava e che, semplicemente, in quelle condizioni un po’ incerte, non eravamo riusciti a trovare un feeling soddisfacente. Con un paio di piccole modifiche al set up siamo riusciti ad essere più veloci. Detto questo, il mio passo di gara non è eccezionale: ci sono un paio di sezioni della pista dove perdo parecchio e se vogliamo fare una bella gara dobbiamo trovare qualcosa per migliorare ancora qualche decimo sul passo. In ogni caso penso che domani la gara sarà interessante perché un conto è girare da soli in una pista nuova, un conto ritrovarsi tutti in gruppo e dover trovare le linee e le traiettorie migliori nella bagarre. Domani vedremo veramente a che punto siamo“. Casey Stoner (Ducati Marlboro Team), 6°Il nostro passo di gara sembra discreto ma in verità non siamo riusciti a migliorare come volevamo. Il problema maggiore che abbiamo al momento è che non riusciamo a scaldare bene le gomme e questo comporta tutta una serie di difficoltà. Giro dopo giro la temperatura addirittura si abbassa e naturalmente di conseguenza cala anche il “grip”. Abbiamo anche cercato di rendere la moto più stabile sulle buche ma abbiamo perso maneggevolezza e ulteriore aderenza. Stiamo cercando di risolvere questi problemi e per fortuna abbiamo ancora il “warm-up” per provare qualcosa. In ogni caso penso che in gara saremo in una situazione migliore rispetto alle qualifiche“. Ben Spies (Monster Yamaha Tech 3), 7°Le qualifiche non sono andate così male, ma penso fosse stato possibile ottenere un risultato migliore. Ero vicino alla seconda fila, ma i tempi non sono venuti con facilità, abbiamo dovuto lavorare molto e credo che domani senza una buona partenza la gara sarà davvero difficile. Sono comunque felice della mia moto, del set-up e sul passo i tempi sul giro sono costanti. Nel mio ultimo giro di qualifica De Puniet è caduto davanti a me e ho perso del tempo prezioso. Quando a me con la caduta di questa mattina mi son fatto male alla caviglia, ma penso non sarà un problema in gara“.

Marco Melandri (San Carlo Honda Gresini), 8°E’ stato un buon turno finalmente siamo riusciti a lavorare bene con la prospettiva di fare una gara migliore. Sono soltanto un pò dispiaciuto perchè nel mio primo giro lanciato ho trovato Barbera sulla mia traettoria alle prime tre varianti la 2, la 3 e la 5 ed ho perso qualche decimo poi, però nella restante parte del giro ho guidato bene. Il giro sucessivo sono partito forte ma poco dopo la gomma era già calata di consistenza. Peccato! Domani mattina dobbiamo capire bene quali gomme usare per la gara. Il feeling è buono e abbiamo fatto un buon lavoro diminuendo il distacco dai primi come ritmo e quindi non ci resta che fare una buona partenza per essere tra i protagonisti“. Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini), 9°Purtroppo la caduta di questa mattina con gomma fredda ha in parte condizionato le qualifiche di oggi perdendo circa dieci-quindici minuti di prove che sicuramente sarebbe stato importante fare. In ogni caso devo dire che tutto sommato sono contento malgrado l’inconveniente, la pista mi piace e la moto non è affatto male e se riusciamo a migliorare ancora un pò con qualche piccolo intervento tecnico potremmo riuscire a fare una bella gara e magari lottare per la quinta o sesta posizione. Vedremo! Io sono fiducioso“. Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), 10°E’ stata davvero una giornata durissima, non sono riuscito a guidare la moto come meglio riesco a fare. Non sono ovviamente felice del decimo posto, sono dietro a piloti che l’anno scorso non avevo problemi a lasciarmi alle spalle in classifica. Io sto facendo del mio meglio per trovare una soluzione, ma non ho una buona sensazione con il telaio. Certamente non posso essere felice di questo decimo posto ma domani darò tutto me stesso per migliorare la situazione“. Hector Barbera (Paginas Amarillas Aspar), 11°Questa seconda giornata è andata meglio rispetto a ieri, semplicemente perchè ho più fiducia con la moto. Stamattina ho commesso un errore in staccata e sono scivolato alla curva 3, ho frenato troppo forte con la moto piegata. Nelle qualifiche ho usato la seconda moto e sono andato bene, sono stato contento del mio passo e penso che possiamo disputare una buona rimonta domani a patto di partir bene. Io sto imparando dai miei errori e sono cresciuto enormemente nel feeling con la mia Ducati, in più Silverstone mi piace molto“.

Hiroshi Aoyama (Interwetten Honda MotoGP), 12°Il mio feeling con la moto sta migliorando, grande è stato il passo in avanti rispetto a questa mattina. La direzione che stiamo seguendo è quella giusta, ma dobbiamo ancora lavorare molto per arrivare dove voglio essere in classifica. Sarà importante la scelta delle gomme per la gara e al momento non siamo ancora sicuri al riguardo“. Aleix Espargaro (Pramac Racing Team), 13°Troppo freddo e purtroppo non sono riuscito a usare al meglio i pneumatici nell’ultima parte delle prove. Questo è quello che è successo oggi. Non c’è molto altro da dire: sono deluso. Mi aspettavo di entrare almeno nella top ten. La pista mi piace molto e spero che domani riuscirò a partire bene al via del Gran Premio per avvicinarmi il più possibile al gruppo dei più veloci. Non voglio deludere il mio Team“. Loris Capirossi (Rizla Suzuki MotoGP), 14°Oggi siamo migliorati un po’ rispetto a ieri, ma non abbiamo ancora il grip che ci serve, per cui siamo in difficoltà. Quando abbiamo un po’ più di grip in entrata sembra che perdiamo l’anteriore e in generale sembra come un gioco, dobbiamo cercare di giocarlo al meglio per risolvere i problemi. Sappiamo di essere un po’ penalizzati con temperature basse, come succedeva l’anno scorso. Non siamo mai riusciti a risolvere questo problema del tutto, ma continuiamo a provarci e tutto il team ce la sta mettendo tutta per risolverlo. È un po’ stressante per tutti noi, soprattutto perché è il nostro Gran Premio di casa e vogliamo ottenere il miglior risultato possibile“. Alvaro Bautista (Rizla Suzuki MotoGP), 15°Queste temperature ci hanno creato problemi, soprattutto stamattina. Era quasi impossibile guidare perché in curva perdevo anteriore e posteriore e non riuscivo ad avere il controllo della moto. Oggi pomeriggio abbiamo apportato diverse modifiche, abbiamo messo più peso al posteriore per cercare di scaldarlo un po’ e la situazione è migliorata, ma non abbastanza. In entrata di curva ho ancora la sensazione di non poter andare troppo veloce perché non ho abbastanza grip. Proveremo altre soluzioni nel warm-up di domani per affrontare la gara di domani con l’assetto migliore e speriamo che spunti il sole e che le temperature si alzino un po’ perché se farà freddo sarà molto difficile“. Mika Kallio (Pramac Racing Team), 16°Sin da ieri non sono riuscito a trovare il giusto feeling con la moto. Quando cerco di seguire gli altri piloti, perdo troppo spazio nei loro confronti in ogni parte del circuito. Questo ci fa capire che la situazione, anche per la gara di domani, non sembra delle migliori. Io e il mio Team non molleremo e cercheremo di lavorare al meglio nel warm up di domani per poter risalire la classifica domani durante la gara. Ce la metteremo tutta!“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

KTM MotoGP Brno

MotoGP: Lunedì di test KTM a Brno anche con Dani Pedrosa

MotoGP, Andrea Dovizioso a Brno

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Situazione inaccettabile, non cerco scuse”

MotoGP, Aleix Espargaro a Brno

MotoGP Brno, Aleix Espargarò: “Dimenticare il disastro di Jerez”