MotoGP: le dichiarazioni dei piloti dopo le qualifiche di Aragon

I commenti dei 16 piloti al via della classe regina

19 settembre 2010 - 2:03

Le qualifiche della MotoGP al Motorland Aragon di Alcaniz hanno riportato in pole position dopo 12 gare Casey Stoner, capace di lasciarsi alle spalle Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa in un combattuto turno di prove ufficiali. Proprio da loro partiamo nel riportare le dichiarazioni dei protagonisti, a cominciare ovviamente dall’autore della pole position. Casey Stoner (Ducati Marlboro Team), 1°Negli ultimi fine settimana di gara abbiamo provato diverse cose per rendere la moto più competitiva, senza mai riuscire a fare progressi decisivi, mentre qui sembra proprio che abbiamo trovato qualcosa. Abbiamo modificato un po’ la distribuzione dei pesi e questo mi ha dato più “grip” e più fiducia. Forse è solo la moto che si adatta bene a questa pista ma, in ogni caso, siamo contenti di aver fatto la pole per la prima volta dopo il Qatar. Inoltre mi piace guidare in circuiti nuovi, è sempre stimolante dove non hai già provato milioni di volte. Dobbiamo aspettare di capire come si mette la gara per vedere se posso stare con gli altri, perché in questa stagione ci è già successo di concretizzare meno di quanto fatto in prova ma ci sentiamo bene in condizione gara e non vedo l’ora che venga domani“. Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha Team), 2°Sono contento di esser riuscito a migliorarmi rispetto a ieri. Ho modificato un pò il mio stile di guida per adattarmi meglio al circuito: giro dopo giro sono riuscito a migliorarmi e sono stato più veloce. Purtroppo perdiamo troppo in rettilineo e per questo dobbiamo esser a nostro agio negli altri settori per cercare di ottenere un buon tempo sul giro. Per la velocità massima non possiam far nulla, ma per fortuna sappiamo come far rendere al meglio la moto nelle restanti parti del circuito. Per noi domani può essere una gara emozionante perchè ci sono tanti tifosi. Sicuramente sarà una grande lotta, ma io farò del mio meglio per salire sul podio“. Dani Pedrosa (Repsol Honda Team), 3°Sono felice di essere in prima fila. Questo era il nostro obiettivo principale della giornata. Purtroppo ho commesso un piccolo errore nel mio ultimo giro veloce quando ero 2 decimi sotto al miglior tempo, quindi credo che la pole position sarebbe stata possibile. La prima fila è comunque importante, possiamo e dobbiamo partir bene domani perchè la prima curva è vicina alla griglia di partenza. E’ un circuito nuovo, non abbiamo mai gareggiato qui e non sappiamo come possono reagire gli pneumatici sulla distanza di gara. Stiamo comunque migliorando nelle ultime gare ed il mio obiettivo sarà sempre quello di lottare per la vittoria. Penso sarà la gara più incerta della stagione, perchè tutti siamo partiti senza riferimenti e con qualche punto interrogativo“.

Nicky Hayden (Ducati Marlboro Team), 4°In generale è stata una giornata positiva. Abbiamo potuto fare due sessioni sull’asciutto e in entrambe mi sono divertito: abbiamo progressivamente migliorato la moto e, anche se sarebbe stato bello essere in prima fila, non siamo lontani. Il team sta facendo un grande lavoro, dobbiamo essere soddisfatti, ed il fatto che io e Casey siamo tra i primi quattro dimostra che la moto va davvero bene. Con il simulatore Ducati il mio miglior giro è stato 1’49.1 e il tempo della pole è 1’48.9, impressionante. Qualcuno a Bologna sta facendo davvero bene i suoi compiti! Stanno lavorando in maniera eccellente e domani sarà il mio turno di provare a portare a casa qualcosa per il team“. Ben Spies (Monster Yamaha Tech 3), 5°Sono felice di essere ancora in seconda fila e di aver messo su diversi giri con la stessa gomma in vista della gara di domani. Possiamo ancora migliorare la moto perchè in alcuni punti lenti abbiamo margine di miglioramento. Attualmente posso ambire alla top-6 e sono soddisfatto di questo risultato, perchè sono vicino alla lotta per la top-3 di campionato. La partenza sarà fondamentale perchè ci manca velocità in rettilineo, pertanto ho bisogno di trovare un varco per passare e stare vicino ai primi. In ogni caso qui c’è la possibilità di superare e mi aspetto una bella gara, il mio obiettivo è sempre la top-6“. Randy De Puniet (LCR Honda MotoGP), 6°Dopo i problemi di ieri al freno motore, la squadra ha lavorato nella direzione giusta migliorando la moto e questa seconda fila mi mette di buon umore. Abbiamo sofferto un po’ nel turno della mattina perché ci mancava grip nel posteriore ma poi abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti per il turno delle qualifiche. Finalmente torno a divertirmi in moto dopo il brutto incidente della Germania. L’ultimo mese è stato abbastanza faticoso per me ma ora mi sento in forma e più costante rispetto al GP di Misano. Certo non sono ancora al 100% e so che domani non sarà una gara facile ma mi sento a mo gaio su questo tracciato e non devo sforzarmi troppo per andare forte e questo è molto positivo“. Valentino Rossi (Fiat Yamaha Team), 7°Questa mattina è stato un disastro! Nel pomeriggio siamo andati un pò meglio, ma non siamo ancora abbastanza veloci. Nel mio ultimo giro con le gomme morbide ho commesso un errore e ho perso circa mezzo secondo, altrimenti penso che sarei riuscito a ottenere il quarto tempo. Dobbiamo partire dalla terza fila per cui la partenza sarà molto importante: non dovrò commettere errori, guadagnare subito delle posizioni e cercare di tenere il passo dei primi già dal via. Abbiamo già alcune idee, domani le proveremo nel Warm Up cercando di migliorare il nostro passo gara. Mi aspetto una gara lunga e durissima, ma cercheremo di fare del nostro meglio“.

Andrea Dovizioso (Repsol Honda Team), 8°Il nostro passo di gara non è poi male, ma se devo esser sincero non sono soddisfatto delle qualifiche, partire dalla terza fila non è dove volevo essere. E’ difficile perchè ci manca competitività: dobbiamo guardare i dati e analizzare quali cambiamenti possiamo fare nel Warm Up. Abbiamo bisogno di migliorare la velocità a centro curva, questo è il primo problema da risolvere. Per la gara il nostro passo non è male, ma partire dalla terza fila è un grande handicap…“. Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini), 9°Sono abbastanza contento perchè credo di essere andato discretamente forte ma in tutta onestà speravo di fare la seconda fila che mi è sfuggita per poco più di un decimo. Comunque va abbastanza bene e vediamo se con le indicazioni di oggi riusciamo a migliorare ancora qualche piccola cosa per la gara. Devo anche dire che praticamente ho girato sempre da solo, non ho i riferimenti dei miei avversari e quindi non sò se ci sono dei punti del circuito dove potrei migliorarmi. Forse in gara sarà diverso e quindi sono fiducioso di poter finalmente rientrare nella top six“. Hector Barbera (Paginas Amarillas Aspar), 10°Nel pomeriggio abbiamo fatto alcuni cambiamenti alla moto che si sono rivelati azzeccati. Siamo riusciti subito ad impostare un buon ritmo e a mantenerlo, anche se a dire il vero ci aspettavamo una posizione migliore in griglia anche se 10° non è poi così male. Per la gara sono fiducioso perchè siamo a posto come set-up ed il passo è competitivo, ci resta soltanto da scegliere quale gomma utilizzare domani nel Warm Up, anche se probabilmente saranno le dure perchè con la morbida più di 8 giri non riusciamo a fare“. Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), 11°Ho iniziato le prove con gomme dure, poi sono passato alle morbide per cercare di fare il tempo sul giro, ma non sono riuscito a sfruttarle al meglio. A quel punto ho pensato di qualificarmi con le dure perchè rendeva la moto più stabile, ma proprio per questa uscita dai box non hanno reso al meglio. Praticamente mi è successo di tutto, perchè ho riprovato con le morbide, ma ho commesso un errore… Davvero una qualifica da dimenticare! Questa è la mia 100° gara con Yamaha e cercherò di fare il possibile per ottenere un buon risultato e dare il meglio di me“.

Alvaro Bautista (Rizla Suzuki MotoGP), 12°Oggi ho migliorato i miei tempi sul giro e sono abbastanza soddisfatto dei progressi fatti in pista. Stamattina sono caduto e ho perso un po’ di tempo, ma fortunatamente l’incidente non ha avuto conseguenze. Nella sessione di stamattina ho provato due scatole del cambio diverse, abbiamo individuato quella più adatta e nel pomeriggio ho guidato solo con quella. Il mio ritmo con gomme da gara non era male oggi pomeriggio e quando, alla fine delle qualifiche, ho montato le morbide al posteriore sono riuscito a migliorare i tempi. La posizione in griglia non è il massimo, ma siamo molto vicini al gruppetto davanti. Se domani parto bene sono sicuro di poter lottare per chiudere tra i primi sei. La cosa positiva del mio tempo nelle qualifiche è che l’ho fatto da solo, senza seguire la scia di un altro pilota, come hanno fatto altri. Domani voglio fare una buona gara perché per me è un’altra gara di casa e ci saranno un sacco di persone a tifare per me, per cui è importante che si divertano“. Aleix Espargaro (Pramac Racing Team), 13°La moto è migliorata parecchio anche se seguendo alcuni piloti più veloci di me vedevo che in certi punti della pista perdo davvero troppo tempo. Soprattutto nelle lunghe curve non riesco a chiudere la traiettoria come vorrei. Ora, grazie ai lavori dei miei ingegneri di pista, cercheremo di trovare un buon compromesso tecnico da provare nel warm up di domani mattina. Spero tanto di trovare una buona soluzione per la gara di domani visto che molti dei miei tifosi saranno sulle tribune di questo meraviglioso circuito“. Marco Melandri (San Carlo Honda Gresini), 14°E’ stato un turno decisamente deludente. Abbiamo provato a cambiare le geometrie di una moto per cercare di migliorare ma come al solito ogni volta che proviamo a cambiare ed a forzare un pò di più le cose peggiorano. Con la gomma morbida continuiamo ad avere problemi sull´avantreno e andiamo sempre molto male. Ancora una volta dobbiamo partire dalla quinta fila e quindi non ci resta che sperare. Vedremo domani come si imposterà la gara ma di certo non mi aspetto grandi risultati“. Hiroshi Aoyama (Interwetten Honda MotoGP), 15°Ovviamente non sono soddisfatto di questa posizione in griglia, ma rispetto a questa mattina abbiamo migliorato la nostra situazione. Spero che non piova domani perchè preferisco correre con l’asciutto. L’obiettivo sarà quello di partir bene e prendere il gruppo davanti come non sono riuscito a farlo nell’ultima gara“. Mika Kallio (Pramac Racing Team), 16°Abbiamo provato di tutto ma niente ci ha portato a fare quel salto di qualità di cui abbiamo bisogno in questo momento. Sono troppo distante dai piloti che mi precedono e sono sicuro che questa non è la mia posizione. Domani metterò in pista tutta la rabbia che ho dentro di me per conquistare un buon piazzamento in gara per me e per il mio Team“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi e Fabio Quartararo

MotoGP, Valentino Rossi e l’erede spuntato 15 anni dopo

pedrosa ktm motogp

MotoGP, Beirer (KTM): “Pedrosa wild card nel 2021? È possibile”

Valentino Rossi a Pomposa

Valentino Rossi: “Maro e Bez sono pronti per la MotoGP”