Le Gare del Weekend del 12 settembre

Bol d'Or, BSB a Croft, CEV ad Albacete e ASBK

13 settembre 2010 - 5:01

Weekend ricco di eventi motociclistici quello del 12 settembre, a cominciare dalla 74° edizione del Bol d’Or, classica maratona Endurance sul circuito di Magny Cours. Combattuta e spettacolare all’avvio, meno incerta nel finale quando il Suzuki Endurance Racing Team (S.E.R.T.) non ha avuto problemi nel sfruttare gli errori altrui bissando il trionfo del 2009 con la GSX-R 1000 #2 condotta da Vincent Philippe, Freddy Foray e Guillaume Dietrich. Con fuori gioco la Yamaha Austria, GSR Kawasaki, Michelin Power Research Team e la BMW in pole del BMP Elf 99 Racing Team, sul podio hanno concluso il Bolliger Team Switzerland con la Kawasaki #8 sempre più leader nella classifica del FIM Endurance World Championship, con alle spalle la Yamaha del team spagnolo Folch Endurance. Nella “Superstock” trionfo del team Biker’s Day dopo un buon avvio dei nostri team No Limits e X-One, tra le “Open” vince la Metiss, unica moto qualificata alla corsa.

Dalla Francia alla Gran Bretagna per il decimo evento stagionale del British Superbike, il primo dello “Showdown” sul tracciato di Croft. Con i primi sei piloti in classifica portati a 500 punti più gli addizionali podium credits, la lotta per il successo nelle due manches è stata tutta in casa Suzuki: Tommy Hill (Worx Crescent Suzuki) vince Gara 1, Michael Laverty (Relentless Suzuki by TAS) la seconda gara. Risultati importanti per i due piloti che hanno staccato in classifica Ryuichi Kiyonari, 4° e 11°, e Joshua Brookes in difficoltà per tutto il weekend. Una caduta a testa per Alastair Seeley e Michael Laverty, gli altri due piloti ammessi allo Showdown, a questo punto lontani per recuperar terreno nelle prossime 5 gare in programma.

In Spagna terz’ultimo evento del campionato spagnolo velocità a cominciare dal CEV Moto2, dove Carmelo Morales con la Suter del team Gigaset Laglisse ha conquistato la seconda affermazione stagionale portandosi in testa alla classifica. L’esperto pilota spagnolo, recuperato dopo il brutto crash nel mondiale a Barcellona, ha avuto ragione di Jordi Torres (Harris MR Griful) e Roman Ramos (MIR Racing), guadagnando punti preziosi su Kev Coghlan soltanto quarto sul traguardo con la FTR Moto del Monlau Competition. A terra al via Ivan Moreno, scivolato dalla 2° alla 5° posizione in campionato anche se con soltanto 20 punti da recuperare nelle ultime due gare stagionali.

Nel CEV 125 rocambolesco epilogo. Maverick Vinales torna al successo e con l’Aprilia dell’Hune Racing Team si riporta in testa al campionato, anche a causa di un inconveniente di Miguel Oliveira, ex-leader di classifica, a terra al penultimo giro a seguito di un doppiato. Zero punti per il pilota portoghese, 25 per Vinales nuovo capoclassifica davanti ad Alex Rins, secondo con l’Aprilia del Monlau Competicion. Giornata da ricordare per i piloti italiani a cominciare da Mattia Tarozzi al primo podio nel campionato spagnolo, pronto a tornare protagonista anche nel CIV. Dodicesimo invece Francesco Mauriello (Matteoni Racing), diciannovesimo Massimo Parziani (Grillini PBR Team).

Nessuna sorpresa nel CEV Stock Extreme: Javier Fores con la BMW S1000RR gommata Michelin del team Motorrad Competicion conquista la 5° vittoria in 5 gare e, con due prove d’anticipo, a punteggio pieno è il nuovo campione 2010. Fores, prossimo ad un futuro in Moto2, ha regolato sul traguardo Santiago Barragan, altra conoscenza della Superstock 1000 FIM Cup, oggi in sella alla Honda dell’Extremadura Junior Team; sul podio Julian Mazuecos, pilota ufficiale Kawasaki Spain del Palmeto Racing. Sfortuna per Javier Del Amor, l’unico pilota potenzialmente in grado di battere Fores, uscito di scena già nel corso del primo giro.

Dalla Spagna all’Oceania per la tappa dell’Australian Superbike insieme al V8 Supercars sul circuito di Phillip Island. Con assente per infortunio il campione in carica Josh Waters, Bryan Staring non ha avuto rivali nella prima manche, mentre nella seconda Wayne Maxwell è tornato al successo riducendo il gap in classifica e stoppando la rincorsa del rivale dopo cinque vittorie consecutive. Ora Staring conduce la classifica a 211 punti mentre Maxwell è a quota 192.5 in attesa della prossima tappa il 12-14 novembre a Symmons Plains.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike

Superbike Portimao, gli orari delle dirette su SKY Sport Arena e TV8

biesiekirski moto2

Moto2, ‘esordio’ alternativo per Biesiekirski: test a Barcellona con SAG Team

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding baldanzoso ma la Ducati sarà dolce con le gomme?