Aprilia All Stars, in diecimila alla festa del marchio di Noale

L'Autodromo del Mugello ha ospitato l'evento Aprilia All Stars. In pista Iannone, Smith, Biaggi, Poggiali, Capirossi, Gramigni e Locatelli davanti a diecimila persone.

24 marzo 2019 - 9:16

La passione per le due ruote ha letteralmente infiammato il Mugello. Più di diecimila i fan che hanno voluto presenziare ad Aprilia All Stars, la prima edizione della festa del marchio italiano. Presenti non solo Iannone e Smith dell’attuale team MotoGP, ma anche campioni del calibro di Biaggi, Capirossi, Poggiali, Gramigni e Locatelli.

Festa per diecimila

Sabato 23 marzo il circuito toscano ha ospitato un grande evento per gli appassionati delle due ruote, che hanno potuto vivere in prima persona la storia di Aprilia. Presentate al pubblico anche due moto speciali: la nuova RSV4 1100 Factory da 217 CV e la sua più estrema versione X (in 10 esemplari), realizzata per i dieci anni del progetto RSV4, che tocca i 225 CV e 165 chili di peso.

Si tratta di due moto uniche, a testimoniare il legame tra Aprilia ed il reparto Racing: il marchio vanta 54 titoli mondiali (7 in SBK) e 294 vittorie nei GP. Rimane tutt’ora un punto di riferimento tecnologico per il Gruppo Piaggio e per il movimento motociclistico in Italia. Un ruolo riconosciuto anche con il premio dato in pista a Roberto Colaninno, Presidente e AD del gruppo.

Vecchie glorie e piloti di oggi

In azione due piloti Aprilia nel Motomondiale, vale a dire Andrea Iannone ed il tester Bradley Smith, in sella alle loro RS-GP 2019. Svelate poi anche le nuove versioni Aprilia RSV4, mostrate al pubblico da nomi davvero di peso per quanto riguarda il panorama internazionale: parliamo di Max Biaggi, Loris Capirossi, Manuel Poggiali, Alex Gramigni e Roberto Locatelli.

 

 

 

La giornata è stata poi davvero ricca di eventi. Dal giro d’onore del Corsaro con la sua RS 250 mondiale del 1995 alla divertente gara realizzata dai piloti in sella agli scooter Aprilia SR 150, vinta da Manuel Poggiali. Non è mancata un’esposizione in pit lane di moto che hanno segnato la storia del marchio nelle competizioni. Per i tanti fan anche l’occasione di incontrare piloti e team, prima della grande parata finale sul tracciato dove le moto di Noale hanno trionfato ben 23 volte in GP mondiali.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Da RED-LIVE: Kawasaki Ninja 636 ZX-6R 2019 il test a 360°

Mark One, le stampanti 3D che rendono possibile l’impossibile

Promozione Motul se conservi il biglietto TicketOne per il WorldSBK 2019