Valentino Rossi: dubbi, ‘nemici’ interni e doppio party

Valentino Rossi non è particolarmente soddisfatto della sua M1 dopo Sepang. E scopre due nuovi avversari: Pecco Bagnaia e Franco Morbidelli.

9 febbraio 2019 - 17:58

Valentino Rossi lascia la Malesia non pienamente soddisfatto della sua nuova Yamaha M1. All’interno del team ci sono nuove figure, la specifica del motore ha fatto passi avanti, la direzione da seguire è stata tracciata chiaramente. Nell’ultima giornata di test ha compiuto diversi giri insieme a Maverick Vinales, segno di una ritrovata intesa da cui la casa di Iwata potrà trarre maggior profitto. Ma se il lavoro del reparto elettronica è invisibile agli occhi esterni, sull’aerodinamica non si può nascondere nulla.

I dubbi del Dottore

Nella prima uscita invernale abbiamo visto tre nuove alette, due della medesima misura e una più piccola, con cui rispondere all’aero-pack della Ducati. Fino a questo momento la soluzione piace allo spagnolo, un po’ meno al Dottore. Si resta in attesa di ulteriori sviluppi in Qatar fra due settimane. Il gap da Honda e Ducati non poteva essere colmato nell’arco di un inverno. Davanti restano le Desmosedici, Marc Marquez non fa testo perché non ancora in ottime condizioni, Jorge Lorenzo è rimasto a casa per proseguire la riabilitazione dopo l’intervento al polso sinistro. “Se la gara fosse domani saremmo ancora indietro“, ha ammesso il pilota di Tavullia. In Qatar restano da confermare gli ultimi dettagli per il setting della moto, ma non sono attese grandi novità. “Come primo test non è poi così male: il Qatar [test] è tra dieci giorni quindi non penso che potremo ottenere qualcosa di nuovo. Ma è un’altra pista, un’altra temperatura, quindi sarà interessante capire“.

Il “nemico” interno di Valentino

Sebbene la gara sia affare ben diverso, sul giro secco Valentino Rossi potrebbe aver trovato due nuovi avversari. Franco Morbidelli e Francesco Bagnaia, due giovani piloti nati dalla sua costola dell’Academy, entrambi davanti sia nei test di Jerez che a Sepang. Qui ha persino segnato un nuovo record del circuito, peccato sia stato ulteriormente superato da Petrucci per soli 63 millesimi. In sella ad una Ducati Pecco può davvero dare filo da torcere al maestro Valentino: “Penso che dobbiamo preoccuparci“, ha commentato il pesarese. “Quando abbiamo avviato il progetto dell’Academy con Pecco e Franco, non ci aspettavamo questo problema. Non ci aspettavamo che i nostri piloti avrebbero potuto combattere con me. Da un lato sono molto preoccupato, d’altra parte siamo molto contenti perché vuol dire che il progetto funziona. Ora è proprio così: aiutiamo i piloti chi potrebbe battermi, ma non possiamo tornare indietro“.

Doppia festa per i 40 anni

Fra pochi giorni Valentino entrerà nella categoria degli “anta”. Festeggerà il 40° compleanno e da tutto il mondo arriveranno messaggi e articoli di auguri. Si prevede un doppio party per quel fatidico giorno: il primo nel suo ristorante a Tavullia, nella notte tra venerdì e sabato, il secondo in un locale di Pesaro. Attesi circa 200 invitati, tra cui personaggi del mondo della musica e dello sport. In un centro cittadino che sarà sicuramente blindato per buona parte del sabato. Damigella d’onore non potrà che essere la sua nuova fiamma Francesca Sofia Novello.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

1 commento

Valentino Rossi: dubbi, 'nemici' interni e doppio party - Corse di Moto - Arcobaleno Sport
22:43, 9 febbraio 2019

[…] Valentino Rossi: dubbi, ‘nemici’ interni e doppio party  Corse di Moto […]

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Graziano Rossi: “Vorrei vedere Valentino correre per sempre”

MotoGP: Ducati che ancora non svolta e il sogno Marc Marquez

MotoGP: Dal 19 al 20 agosto si prova al KymiRing