andrea dovizioso motogp

MotoGP, ThaiGP: Prove 3, Andrea Dovizioso 1° con le slick

Si comincia sul bagnato, poi le condizioni migliorano. Andrea Dovizioso sfrutta le slick sul finale ed è 1°, seguito da Morbidelli e Rins.

5 ottobre 2019 - 6:57

In un turno dalle condizioni continuamente in evoluzione, Andrea Dovizioso chiude al comando. Il pilota Ducati sfrutta al massimo le slick messe nel finale e stampa il miglior crono nelle FP3, a precedere la M1 di Franco Morbidelli e la Suzuki di Alex Rins. Tempi comunque alti, non ci sono cambi per quanto riguarda la classifica combinata.

Giornata difficile al Buriram per il Motomondiale a causa delle avverse condizioni meteo. Dopo un primo rinvio, la MotoGP viene posticipata ancora di qualche minuto per la pista molto bagnata, in particolare alla curva 1, dove si era formata una piccola pozza. Alla fine si parte alle 11:10 locali (le 6:10 italiane), per un turno ridotto a 35 minuti e che non influirà sulla classifica combinata.

Da segnalare che Crutchlow non ha vita particolarmente facile a causa di una tendinite al braccio destro. Si vocifera (ma non ci sono conferme ‘ufficiali’) che Quartararo abbia ora la M1 ‘aggiornata’, alla pari quindi con i compagni di marca per quanto riguarda i giri motore. In pista, inizialmente i piloti optano prevalentemente per la media rain in queste condizioni, sia all’anteriore che al posteriore.

La situazione però migliora rapidamente e Rins è il primo a provare negli ultimi minuti le gomme slick, seguito poi anche da altri. La situazione però è ancora difficile da decifrare, come dimostrano i caschi rossi finali sia per chi ha le slick che per chi ha le rain. Alla fine però sarà Andrea Dovizioso a stampare il miglior crono con gomme da asciutto, seguito da da Franco Morbidelli e da Alex Rins.

La classifica delle FP3

La classifica combinata

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Sumi: “Sulle gomme di Rossi dobbiamo capirci meglio”

razali stigefelt petronas srt

Razlan Razali (Petronas SRT): “Yamaha contenta del nostro lavoro”

MotoGP, Valentino Rossi e Danilo Petrucci

MotoGP, mercato piloti: Ducati-Yamaha destini incrociati