MotoGP, Test Sepang: Primo giorno nel segno di Marquez

Marc Marquez, nonostante la forma fisica non ottimale, chiude la prima giornata con il miglior tempo, seguito da Alex Rins e da Maverick Viñales.

6 febbraio 2019 - 11:12

Si è operato a dicembre per un importante problema alla spalla, ma Marc Marquez detta il passo nella prima giornata a Sepang. Il campione in carica ha dichiarato di non essere in forma, anzi di poter reggere per 2-3 giri consecutivi al massimo, al momento non di più. Tanto è bastato però per chiudere con il miglior crono in 1:59.621, precedendo il pilota Suzuki Alex Rins e la Yamaha guidata da Maverick Viñales. L’attività riprenderà nella giornata di giovedì alle 10.00 locali (le 3.00 italiane).

 KTM, quante novità!

Tutte le squadre stanno lavorando più o meno nelle stesse aree in ottica 2019, ma chi si sta dando da fare più di tutti è KTM. La casa austriaca ha portato novità in materia di motore, forcellone, elettronica, ma anche un nuovo scarico, un rinnovato serbatoio ed una sella differente. Non manca anche un diverso profilo aerodinamico, con alette simili a quelle utilizzate in precedenza da Honda e Yamaha. Sarà un test fondamentale in particolare per la casa dei tre diapason, che deve scegliere che strada seguire soprattutto per quanto riguarda motore, telaio ed elettronica 2019.

Andrea Iannone, un altro guaio

Da segnalare alcune cadute in questa prima giornata: il primo è stato Andrea Iannone (Aprilia Racing Team Gresini) al mattino, seguito poi nel pomeriggio da Jack Miller (Alma Pramac Racing) e Pol Espargaró (Red Bull KTM Factory). Una nota sul pilota di Vasto: avrebbe dovuto disputare lo Shakedown, ma è rimasto ai box per una lieve infezione dentale (conseguenza di un ultimo recente intervento estetico). Dopo i problemi di questa mattina però, l’alfiere della squadra di Noale è riuscito a completare un buon numero di giri, anche se il problema ai denti persiste. Non sembra che le cose vadano al meglio però: per Aleix Espargaró “al momento non è abbastanza”.

Top speed

Nessuna caduta invece per Francesco Bagnaia (Alma Pramac Racing), Miguel Oliveira (Red Bull KTM Tech 3) ed il tester KTM Mika Kallio, come invece sembrava in precedenza: per tutti e tre ci sono stati problemi tecnici, in seguito risolti. La velocità più alta di giornata è stata stampata da Pol Espargaró in 329.3 km/h.

I tempi a fine giornata

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

pirro kymiring motogp

MotoGP, esordio al KymiRing. “Pista a tratti lenta, ma interessante”

Jorge Lorenzo

MotoGP: Parla il papà di Jorge Lorenzo “Ancora un anno con Honda”

Davide Brivio

MotoGP, Davide Brivio: “Valentino Rossi in Suzuki? Sono invenzioni”