Jorge Lorenzo a Motegi

MotoGP, presidente HRC: “Vogliamo continuare con Jorge Lorenzo”

Jorge Lorenzo e Honda destinati a proseguire anche nella stagione 2020. Dopo la conferma di Alberto Puig arriva quella di Yoshishige Nomura, presidente HRC.

20 ottobre 2019 - 12:10

Non c’è molta voglia di parlare di Jorge Lorenzo a Motegi dopo il 17esimo posto finale, con un ritardo di 40″ che lascia riflettere. Alberto Puig & Co. preferiscono spostare l’attenzione sul decimo successo di Marc Marquez, sulla conquista del titolo Costruttori dopo quello piloti di due settimane fa. Ma le difficoltà del maiorchino restano una macchia indelebile nel box HRC. Se da un lato c’è un pentacampione in difficoltà con la RC213V iridata, dall’altro l’impossibilità da parte degli ingegneri ad adattare la moto al neo arrivato.

Se fino a qualche settimana fa c’era l’alibi degli infortuni, con il passare del tempo, e il miglioramento della condizione fisica, la scusa viene a crollare. Ma l’intenzione di Honda è non fare dietrofront, riconfermare Jorge Lorenzo come da contratto. Senza attendere i risultati di Johann Zarco che esordirà sulla moto nipponica fra pochi giorni in Australia. Il team manager Puig ha ribadito di voler proseguire con il pilota delle Baleari anche nel 2020. Non ha mai cambiato rotta, anche se al termine della gara non rilascia commenti sul 17° posto. A fargli eco Yoshishige Nomura, presidente HRC, la divisione corse della fabbrica più potente del mondo.

Dopo la conquista di una lunga scia di titoli mondiali con Marquez, Honda vuole dimostrare di poter dare una moto competitiva agli altri piloti. “Da parte della Honda vogliamo continuare con lui e dargli una buona moto – ha detto Nomura a ‘Marca’ -. Questo è il nostro lavoro e il nostro obiettivo, quindi lo faremo“. L’arrivo di Zarco al posto di Nakagami non deve mettere nessuna pressione a Jorge Lorenzo. Il sogno è vederlo vincere con la RC213V e magari pensare ad un rinnovo. “Non deve aver paura di Zarco, è solo una buona opportunità. Nakagami si è infortunato, quindi non avevamo più opzioni. Non aveva una moto, quindi potevamo farlo e l’abbiamo fatto. Se non ottiene risultati la colpa è nostra che non riusciamo a fornirgli una buona moto“.

Yoshishige Nomura rivela che in Thailandia Honda e Marquez hanno iniziato a discutere di rinnovo. Le parti restano ancora distanti, non c’è fretta di concludere in tempi brevi, ma regna ottimismo. “La prima cosa è capire quale direzione vuoi prendere verso il futuro. Al momento stiamo parlando della direzione da prendere prima di altre cose“. Il sogno è convincere Marc a restare in Honda per tutta la sua carriera: “Ci proverò, nel miglior modo possibile“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jorge Lorenzo a Lugano

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Non potevo dire no alla Honda”

suzuki motogp

MotoGP: Un nuovo motore per Suzuki. A Jerez per la conferma

Marc Marquez a Madrid

MotoGP, Marc Márquez: “Grazie Jorge, ci mancherai”