24 Aprile 2022

MotoGP Portimao: Fabio Quartararo imperiale, che pasticcio Miller-Mir

Fabio Quartararo non ha rivali, trionfo del campione MotoGP a Portimao con Ducati e Aprilia sul podio. Tempi e cronaca del Gran Premio.

fabio quartararo motogp

Binomio francese protagonista nel Gran Premio del Portogallo. Fabio Quartararo in particolare riesce a realizzare una gara che gli serviva. Il campione MotoGP è il re di Portimao, secondo trionfo su questo tracciato alla fine di una fuga per la vittoria senza rivali. Che gli vale anche la leadership iridata, ex aequo con Alex Rins 4° al traguardo. Un’altra gara solidissima poi anche per il poleman Johann Zarco, che chiude con il secondo podio stagionale e di nuovo da miglior pilota Ducati. Esulta anche Aleix Espargaró, anche lui al secondo podio dell’anno dopo il trionfo in Argentina, il terzo in carriera dopo quello del 2021. Non manca un’ovazione dal pubblico per Miguel Oliveira, 5° alla bandiera a scacchi e protagonista anche di un tenero momento con la figlioletta Alice una volta tornato al box.

La gara

Scelta unanime a livello di gomma anteriore, l’intera griglia MotoGP ha scelto la media. Per la posteriore, media per tutti tranne Alex Márquez e Pol Espargaró con la hard. In griglia lo scatto vincente è quello di Mir, subito al comando della corsa, mentre Zarco di nuovo non brilla e scende in quinta piazza, dietro a Quartararo, Miller e lo spagnolo di LCR. Super partenza anche per Rins, da 23° alla top ten in meno di un giro! Il duo VR46 non sfrutta le ottime qualifiche, eccolo infatti precipitare molto indietro… Guardando la vetta, Fabio Quartararo è scatenato: a 22 giri dalla fine ecco l’attacco sul leader della corsa Mir, mossa che dà il via alla sua fuga. Iniziati male, finiti peggio invece i GP di Jorge Martín, Enea Bastianini, Takaaki Nakagami e Brad Binder, protagonisti di cadute diverse.

Se la prima posizione appare presto solida, non è così per gli altri posti del podio con Joan Mir, Johann Zarco e Jack Miller candidati principali. Fino al pasticcio alla prima curva, qualcosa che assomiglia al disastro del Qatar: stavolta però è il turno di Miller, che passa Mir sul dritto, ma scivola e trascina con sé il pilota Suzuki! Ultimi giri poi con anche Fabio Di Giannantonio KO, a completare il doppio zero Gresini, mentre si infiamma la lotta per il secondo gradino del podio tra Zarco ed il maggiore di casa Espargaró in rimonta. Così come è un testa a testa serrato tra i fratelli Márquez per la sesta posizione. Al comando intanto si chiude l’assolo di Fabio Quartararo, ecco il primo trionfo della stagione e la prima importante zampata del campione. Johann Zarco resiste ed è 2°, terza piazza finale per Aleix Espargaró.

La classifica di gara

La classifica MotoGP iridata

Foto: motogp.com

Lascia un commento