MotoGP Misano Warm Up: Pedrosa beffa Lorenzo allo scadere

Recupera Dovizioso in terza posizione davanti a Rossi

5 settembre 2010 - 6:12

Non ci sono più dubbi: la MotoGP a Misano si vivrà sul duello tra Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo. Non è cambiato nulla nemmeno nel Warm Up, con il pilota catalano tre volte Campione del Mondo autore del miglior tempo in 1’34″654 proprio allo scadere, “beffando” per 149 millesimi il leader del mondiale fino a quel momento al comando della classifica. Due giri sotto il muro dell’1’35” per Pedrosa, ben 3 per Lorenzo, ma anche Andrea Dovizioso è riuscito a recuperare dopo qualifiche difficili (soltanto 8° in griglia) spiccando il terzo tempo, unico tra gli inseguitori ad avvicinare la coppia di testa.

Resta staccato di oltre mezzo secondo Valentino Rossi, abituale svantaggio nell’arco di tutto il weekend pur con una evidente progressione ieri nelle qualifiche ufficiali. Partirà dalla quarta posizione in griglia preceduto da Casey Stoner, 5° nel Warm Up con la sua Ducati, seguito dall’ottimo Randy De Puniet che contiene il proprio distacco sotto il 1″.

Tra i primi dieci si notano Ben Spies (7°), Loris Capirossi (8°), Alex Espargaro buon 9° con la Ducati Pramac ed Hector Barbera, che proprio ieri ha rinnovato per un altro anno con il team Aspar per la MotoGP sempre con la disponibilità di una Ducati Desmosedici “Sat”.

Passerà in Superbike Marco Melandri protagonista di una scivolata all’uscita della curva del “Rio” ritrovandosi in 15° posizione, preceduto anche dal compagno di squadra al team Gresini Marco Simoncelli. Nessun problema fisico, un pò meno per la sua Honda RC212V che lascerà tra poche gare.

MotoGP World Championship 2010
Misano Adriatico, Classifica Warm Up

01- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – 1’34.654
02- Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.149
03- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.232
04- Valentino Rossi – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.566
05- Casey Stoner – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 0.660
06- Randy De Puniet – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 0.980
07- Ben Spies – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.047
08- Loris Capirossi – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.062
09- Aleix Espargaro – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.160
10- Hector Barbera – Paginas Amarillas Aspar – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.238
11- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.241
12- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.311
13- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.331
14- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.333
15- Marco Melandri – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.420
16- Mika Kallio – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.740
17- Hiroshi Aoyama – Interwetten Honda MotoGP – Honda RC212V – + 2.061

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, tecnica: I 4 anni di sviluppo KTM prima della vittoria (1/2)

MotoGP, Andrea Iannone

MotoGP, Andrea Iannone a rischio: sentenza ad ottobre?

Moto2 Bastianini Marini

Moto2, Austria: Bastianini-Marini, dal botto 2019 alla lotta al vertice 2020