michelin motogp

MotoGP: Michelin, una nuova gomma per il 2020

Michelin introdurrà una nuova costruzione per la gomma posteriore nel 2020. "Degrado minore, più grip" ha precisato Piero Taramasso.

21 dicembre 2019 - 11:02

Annunciate novità per quanto riguarda le gomme della categoria regina. Anno dopo anno queste sempre più un fattore determinante, soprattutto con l’introduzione dell’elettronica. Si continua a lavorare incessantemente in casa Michelin per arrivare pronti alla stagione 2020, con 20 GP da disputare. Ci si concentra in particolare sulla durata dei pneumatici: sono stati svolti per questo alcuni test, provando in particolare una nuova gomma posteriore. I risultati sono stati molto positivi.

La conferma arriva da Piero Taramasso, manager Michelin. “Introdurremo la nuova costruzione, provata su diverse piste nel corso del 2019” ha dichiarato a Motorsport. “Il livello di rigidezza sarà lo stesso della gomma di quest’anno. Quando però la moto affronterà l’angolo della curva, si deformerà di più, garantendo così un grip migliore.” Un modo per ridurre così anche il consumo dei pneumatici, soprattutto in gara. Una nuova costruzione posteriore quindi, che però non verrà utilizzata nei GP condizionati dalle alte temperature, ovvero in Thailandia e Austria.

Per quanto riguarda i risultati durante i round mondiali, ci si attendono miglioramenti in termini di riferimenti cronometrici. Taramasso si attende un abbassamento attorno al mezzo secondo a giro. “La gomma ha un comportamento molto più lineare in curva, permettendo così di essere immediatamente più rapidi.” Riguardo al consumo: “Abbiamo visto che il degrado è minore rispetto alle gomme 2019. Considerando che offrono più grip, scivolano meno e quindi durano di più.”

“Abbiamo utilizzato principalmente mescole morbide e medie durante le prove [come detto su vari circuiti, tra i quali anche Phillip Island, Jerez, Valencia, ndr]. Abbiamo però verificato che l’effetto vale su tutta la gamma di pneumatici.” Dopo due stagioni senza grandi novità, soprattutto per quanto riguarda la gomma posteriore, ecco un importante cambiamento per la categoria MotoGP in ottica 2020.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Maverick Viñales: “Yamaha, adesso siamo una grande squadra!”

MotoGP Test, Andrea Dovizioso

MotoGP, i segreti dei box: il lavoro svolto nel pregara

miguel oliveira motogp

Miguel Oliveira: “Dani Pedrosa uomo chiave del progetto KTM”