MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Maverick Viñales: “L’interesse Ducati mi lusinga”

Maverick Viñales avanza pretese precise per la stagione MotoGP 2020. Dalla sua il ritrovato feeling con la M1 e una trattativa in sospeso con Ducati.

13 dicembre 2019 - 11:02

Negli ultimi otto Gran Premi della stagione MotoGP 2019, Maverick Viñales insieme al campione del mondo Marc Márquez ha conquistato il maggior numero di punti. Il pilota Yamaha ha incassato 109 punti. Per fare un confronto, il suo collega e rivale di marca Fabio Quartararo ha ottenuto 100 punti, Andrea Dovizioso 97. Quanto basta per avere il coltello dalla parte del manico in sede di contrattazione del rinnovo di contratto.

C’è la chiara idea di voler alzare il tiro al tavolo delle trattative. Esteban Garcia fa un confronto con il campione della Honda: “Danno a Márquez tutto ciò che vuole e costruiscono la moto per lui – ha dichiarato recentemente a Motorsport.com -, ovviamente è da lì che provengono i risultati. Ed è quello che dobbiamo cercare l’anno prossimo”. Sebbene le richieste di Valentino Rossi non siano molto dissimili, a preoccupare potrebbero essere le richieste di Quartararo, che per il momento ha poca voce in capitolo. Ma se l’idea è di passare il francese nel team ufficiale, il futuro di Maverick Viñales potrebbe essere altrove.

DALL’IGNA TENDE LA MANO A ‘MACK’

Dalla sua anche i contatti con Ducati mai negati. Il pilota spagnolo è passato dalla Suzuki alla Yamaha per diventare campione del mondo, ma i tre anni insieme sono stati finora difficili. Dopo un inizio scoppiettante nella stagione MotoGP 2017, i risultati sono venuti meno. Con il suo stile di guida aggressivo la Desmosedici potrebbe fare al caso suo e Gigi Dall’Igna potrebbe piazzare un altro grande colpo di mercato. “È uno dei piloti che ha battuto Márquez. Stiamo valutando chi potrebbe essere l’opzione migliore, la soluzione giusta. Ma non è tutto nelle nostre mani.” Perché in questo momento Maverick Viñales sembra aver trovato il giusto feeling con la M1, in particolar modo sul giro secco.

Nei test invernali di Valencia e Jerez però non è rimasto particolarmente soddisfatto dalla potenza del motore. Chiede più cavalli, anche a costo di perdere qualcosina nelle altre aree. I prossimi test MotoGP in Malesia e Qatar potrebbero chiarire le idee e le aspettative. “Sono lusingato per l’interesse della Ducati“, ha ammesso Viñales. “Ma mi concentro su me stesso, penseremo al futuro più tardi“. L’atmosfera nel box Yamaha sembra migliorata, ma se Valentino Rossi deciderà di rinnovare uno fra lo spagnolo e Quartararo sarà di troppo. Per questo sembra più che giusto guardarsi intorno.

2 commenti

lorenzoursan_14190819
22:16, 13 dicembre 2019

Quello che Vinales probabilmente chiede è di dettare lo sviluppo con precedenza delle proprie necessità rispetto a quelle palesate da Rossi. Dopo le sue prime 3 vittorie ad inizio 2017 le lamentele riguardo il rendimento della moto sono partite da Rossi dopo Jerez e poi in Yamaha hanno smarrito la corretta direzione dello sviluppo. Probabilmente lo spagnolo vuole precise garanzie sul fatto che questo non avvenga di nuovo….

Max75BA
19:59, 13 dicembre 2019

Marquez M. bisogna prendere.
p.s. confermando assolutamente il Dovi

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Sono esattamente dove voglio essere”

MotoGP, Jack Miller

MotoGP, Jack Miller “variabile impazzita” del mercato piloti

MotoGP, Honda in pista a Jerez. Marc Marquez cerca muscoli