MotoGP, Brno: Si torna in azione dopo la pausa estiva

Motomondiale pronto per tornare in azione: si riparte da Brno, che apre la seconda parte di stagione. Vediamo cosa ci si aspetta in MotoGP, Moto2 e Moto3.

29 luglio 2019 - 8:30

La pausa estiva è ormai alle spalle, il Campionato del Mondo ormai è pronto per tornare in azione. Lotta per il titolo più definita in MotoGP, con Marc Márquez nettamente leader, più aperta invece la battaglia in Moto2 e Moto3. Si riparte da Brno, dando così il via al periodo più caldo della stagione. Ecco quello che ci aspetta.

IL TRACCIATO

Il Masaryk circuit o Masarykring, ora comunemente noto come Brno Circuit, è situato in prossimità dell’omonima città, in Repubblica Ceca. In origine era formato da strade pubbliche e misurava ben 29 chilometri. Negli anni ’30, visto che attraeva top rider e team, ha subito importanti cambiamenti. Nel 1949 ha ospitato il rinominato Gran Premio di Cecoslovacchia, mantenendo questa denominazione fino al 1992, prima di diventare GP della Repubblica Ceca. Il presidente del paese, Tomáš Masaryk, si è impegnato in seguito nella sistemazione di un circuito permanente, che porta il suo nome e che fa parte del calendario dal 1987. È particolarmente apprezzato da piloti e team: è lungo 5403 metri, con otto curve a destra e sei a sinistra, caratterizzato da costanti cambi di elevazione, frenate violente e importanti accelerazioni.

ALBO D’ORO

Nell’era MotoGP, Valentino Rossi è il pilota più vincente a Brno con quattro vittorie all’attivo, l’ultima delle quali nel 2009. Seguono tutti con due vittorie a testa i ritirati Casey Stoner e Dani Pedrosa, assieme a Marc Márquez ed a Jorge Lorenzo. Un successo in carriera a Brno per Max Biaggi, Sete Gibernau, Loris Capirossi, Cal Crutchlow e, nel 2018, Andrea Dovizioso. Vincitori sempre diversi nelle categorie intermedia e minore. Per quanto riguarda la Moto2, si comincia con Toni Elías nel 2010, a cui seguono Andrea Iannone, Marc Márquez, Mika Kallio, Tito Rabat, Johann Zarco, Jonas Folger, Thomas Lüthi e Miguel Oliveira. In Moto3, il primo vincitore è stato Jonas Folger nel 2012, per poi trovare sul gradino più alto del podio Luis Salom, Alexis Masbou, Niccolò Antonelli, John McPhee, Joan Mir e Fabio Di Giannantonio.

MOTOGP 

Si riparte da Marc Márquez ormai in controllo in campionato. 58 punti sono ben difficili da recuperare ad un pilota che sta mostrando costanza ed un invidiabile affiatamento alla sua moto. Lo sanno bene in primis Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, che seguono a distanza in classifica iridata e devono dimostrare qualcosa in più con le proprie Ducati. Attenzione anche ad Alex Rins, che vuole rifarsi del doppio zero prima della pausa e punta alla top 3 iridata. In Yamaha, occhio a Fabio Quartararo (nonostante lo zero in Germania) ed a Maverick Viñales in particolare, mentre Valentino Rossi deve dimenticare la tripla caduta di cui si è reso protagonista nelle ultime tre gare. Cal Crutchlow, memore della vittoria ottenuta a Brno tre anni fa, cercherà di insidiare i piloti già citati, così come tanti altri. In casa Honda poi ci sarà di nuovo Stefan Bradl, che sostituisce Jorge Lorenzo, non ancora rimessosi dall’infortunio.

MOTO2 

L’uomo da battere nella categoria intermedia per il momento è Alex Márquez. Il pilota EG 0,0 Marc VDS è andato in vacanza da leader iridato dopo aver conquistato quattro successi nelle ultime cinque gare. Lo spagnolo è in forma, ma non saranno da meno i rivali, a cominciare dal veterano Thomas Lüthi, che è a soli 8 punti di ritardo, o dalla sorpresa Augusto Fernández, 3° a -34. Serve un cambio importante per Lorenzo Baldassarri, che deve lasciarsi alle spalle le difficoltà accusate nelle ultime gare e ritrovare la competitività mostrata ad inizio stagione. Da non sottovalutare anche altri, come Jorge Navarro o Marcel Schrötter, oltre ai rookie Enea Bastianini e Fabio Di Giannantonio, in costante crescita. Torna a competere a tempo pieno Mattia Pasini, che fino a fine stagione guiderà la KALEX del team Tasca Racing al posto di Simone Corsi.

MOTO3 

La categoria minore riparte dalla pausa estiva con un nuovo leader iridato. Lorenzo Dalla Porta, grazie al successo in Germania, ha preso la testa della classifica, superando di appena due punti Aron Canet. L’alfiere Max Racing Team è determinato a portarsi nuovamente davanti all’italiano dopo qualche GP altalenante, ma non sarà solo tra loro. Niccolò Antonelli poi, terzo in classifica iridata, ha già vinto a Brno e può cercare di ripetersi, occhio poi anche a Marcos Ramírez ed a Tony Arbolino, poco lontani. Per il pubblico di casa ci saranno in pista Jakub Kornfeil ed il rookie Filip Salač, che cercano di raddrizzare una stagione finora difficile. Due le wild card per la categoria: Deniz Öncü e Yuki Kunii, attivi nel CEV Moto3, sono pronti per l’esordio mondiale a Brno.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

kymiring motogp

MotoGP: Primo test al Kymiring per i collaudatori

Silvano Galbusera

MotoGP, Silvano Galbusera: “Valentino Rossi supera la telemetria”

Romano Albesiano

MotoGP, Albesiano: “Andrea Iannone fatica ad adattarsi all’Aprilia”