Andrea Iannone

MotoGP, Andrea Iannone: “Motegi pista non facile per Aprilia”

Andrea Iannone preannuncia una gara difficile per Aprilia a Motegi. Aleix Espargarò conta sull'ottimo stato di forma per conquistare un buon risultato.

16 ottobre 2019 - 15:52

Andrea Iannone e Aleix Espargarò affronteranno tre sfide differenti in tre settimane. Un banco di prova finale per l’Aprilia RS-GP, prima di concentrarsi totalmente sul prototipo 2020. Dopo il buon risultato di Aragon, i due alfieri di Noale non hanno particolarmente brillato al Buriram, con lo spagnolo costretto al ritiro per un problema tecnico, mentre The Maniac ha concluso 15°.

Sulla carta il tracciato di Motegi si preannuncia complicato per le Aprilia. I bruschi stop-and-go e l’asfalto mediamente abrasivo che stressa particolarmente lo pneumatico anteriore metteranno a dura prova la RS-GP. Ma Aleix Espargaró può contare su un buon trend di forma, reduce da un ottimo risultato in Spagna e da una sorprendente competitività dimostrata anche su una pista ostica come quella thailandese. “Correre in Giappone mi piace, adoro l’atmosfera che si respira qui anche se non sarà un weekend facile per noi. Sto guidando bene – ha ammesso il pilota spagnolo -, credo nel migliore modo possibile in sella alla RS-GP. Lavoriamo nella maniera giusta e questo è un bel segnale per il finale di stagione e, soprattutto, per il 2020 che sarà cruciale“.

Negli ultimi giorni Andrea Iannone ha alternato relax e allenamenti per arrivare al top della forma a Motegi. Potrebbe essere un’altra gara in salita per il pilota di Vasto, ma l’intenzione è chiudere in bellezza questa stagione MotoGP. “Sulla carta quella di Motegi è una pista non semplice per noi. Dovremo essere bravi a preparare ogni dettaglio, cercando di lavorare sui limiti che sono emersi in Thailandia. Per noi è essenziale capire la direzione da seguire – ha sottolineato Andrea Iannone -. Ci aspettano tre gare consecutive su tre piste molto diverse dalle quali dobbiamo ricavare il massimo“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

aegerter intact gp motoe

Dalla Moto2 alla MotoE, nuova sfida per Aegerter con Intact GP

Valentino Rossi

Valentino Rossi: “Con Munoz per cambiare metodo di lavoro”

Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo perde colpi in pista, ma non su Google