MotoGP: Alex Rins, due cadute di troppo tra Assen e Sachsenring

Alex Rins perde due occasioni d'oro per salire sul podio, prima ad Assen e poi al Sachsenring. Il pilota Suzuki determinato a rifarsi dopo la pausa estiva.

9 luglio 2019 - 10:54

Dalla fine del 2018 Alex Rins ha dimostrato di essere davvero competitivo in sella alla sua Suzuki. Lo ha fatto vedere fin dalla prima gara del 2019, battagliando spesso con quelli che venivano considerati da subito i favoriti. Il suo peggior risultato era stato il 10° posto a Le Mans, il migliore la vittoria ad Austin. Fino ad Assen, quando arriva la prima caduta in gara. Segue il Sachsenring, ed ecco il secondo incidente consecutivo. Tradotto, due podi buttati, che lo fanno precipitare al quinto posto in classifica iridata, con un ritardo di 84 punti dal leader Márquez.

Un peccato, perché sia per Alex Rins che per Suzuki erano due grandi occasioni per ottenere risultati di peso. Tanto nei Paesi Bassi come in Germania il pilota spagnolo si era messo costantemente in luce, migliorando sensibilmente il suo tallone d’Achille, le qualifiche. Ad Assen infatti scattava dalla terza casella in griglia, in Germania era quarto. Nella prima occasione, al via si era portato presto al comando, ma i sogni di gloria si erano infranti quasi subito con una caduta. Nella seconda, dopo pochi giri aveva consolidato la seconda posizione con ampio margine sugli inseguitori, ma l’epilogo è stato lo stesso della gara precedente.

“Ho perso un podio” ha ammesso con la faccia scura Alex Rins, deluso per aver buttato al vento un’altra occasione d’oro per ottenere un gran risultato. “Il mio feeling con la moto era ottimo e mi sono piazzato secondo il più velocemente possibile, avevo un gran ritmo.” Fino all’incidente alla Waterfall: “Ho perso l’anteriore. Sono entrato in curva circa 2 km/h più veloce del solito, per quello sono caduto. Un peccato, è il secondo zero consecutivo.” Non perde però l’ottimismo: “Il ritmo è buono e so di poter ottenere bei risultati quando torneremo dalla pausa.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ESCLUSIVA Matteo Ferrari tra MotoE, CEV Moto2 ed un pensiero al Mondiale

MotoGP, Bradley Smith: “L’Aprilia 2020 arriverà entro settembre”

Moto3: Deniz Öncü e Maximilian Kofler wild card in Austria