Luca Marini: “Sono curioso di girare a Jerez con la MotoGP”

Luca Marini pronto al debutto da pilota MotoGP su uno dei circuiti storici del Motomondiale. "Ripartiamo da quanto fatto a Portimao."

28 aprile 2021 - 17:22

L’anno scorso ha centrato vittoria e podio nel doppio round Moto2 a Jerez, al rientro dal lockdown. Quest’anno Luca Marini si appresta a vivere la prima tappa spagnola da pilota MotoGP. Si riparte dai passi avanti compiuti a Portimao, che gli hanno permesso di centrare prima la Q2 e poi i primi punti iridati in gara. Certo non si è dichiarato del tutto soddisfatto della tappa in Portogallo, ma ora guarda con fiducia al Gran Premio di Spagna, su una pista nota a tutti e quindi forse dai valori molto livellati…

“Entriamo nel vivo della stagione con le storiche piste europee che tutti i piloti conoscono molto bene dalle categorie inferiori. Sono curioso di girare su questo tracciato con la MotoGP” ha dichiarato Luca Marini in vista dell’evento sul tracciato andaluso. Come detto, nel 2020 ha vissuto i due GP migliori di sempre a Jerez: vittoria e secondo posto. “Rispetto a Portogallo e Qatar, è un circuito più stretto e corto: forse sarà più difficile prendere il ritmo. Ripartiamo da quanto fatto a Portimao per ritrovare subito le sensazioni positive che avevamo lì e fare la miglior gara possibile.”

“A Jerez è sempre speciale” ha aggiunto il boss Esponsorama Racing, Ruben Xaus. “Si torna ad una sorta di normalità, su una pista che i piloti ben conoscono e dove Luca ha centrato importanti risultati l’anno scorso in Moto2. Sarà una buona base da cui partire per riuscire a trovare la messa a punto della sua Ducati, per poi poter lavorare sui dettagli e sulla fiducia all’avantreno in ottica gara. Allungare la performance della gomma nelle fasi finali può essere un obiettivo. A Portimao è quello che ci è mancato per poter avvicinare la Top10 oltre i punti.”

Foto: Sky Racing Team VR46

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jack Miller sulla Ducati GP21

MotoGP, holeshot Ducati: nessuno provi a vietarlo!

bestia martin maro sava motogp

MotoGP, rookie a confronto: Bastianini, Martín, Marini e Savadori dopo 4 GP

MotoGP, Pecco Bagnaia e Luca Marini

MotoGP, ‘arm pump’: i commenti della VR46 Academy