MotoGP a Valencia

Ecco la bozza del calendario MotoGP 2020: Le Mans nodo da sciogliere

Il nuovo calendario MotoGP 2020 prevede 12 GP in Europa. Presente anche il circuito di Misano con un doppio round. Le Mans unico nodo da sciogliere.

28 maggio 2020 - 8:49

Poco più di due mesi all’avvio di una stagione MotoGP mai stata così attesa. La prossima settimana Dorna potrebbe annunciare il nuovo calendario 2020, nella speranza che l’emergenza Coronavirus non riesploda irreversibilmente alla fine dell’estate. Solo un appuntamento resta da definire: il Gran Premio di Le Mans. Gli organizzatori del round francese stanno vagliando l’ipotesi di correre con il pubblico sugli spalti, anche se con ingressi ridotti al 30%. Il paese transalpino potrebbe ospitare il paddock tra fine settembre e inizio ottobre, forte di un sensibile calo dei contagi sul territorio nazionale.

Come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’ Claude Michy, organizzatore del GP di Le Mans, ha intavolato trattative con il governo e le autorità sanitarie per cercare di salvare la gara. Se ci sarà il via libera delle autorità per aprire i cancelli ci saranno 30 mila spettatori. Difficile immaginare un campionato MotoGP fuori dai confini nazionali. Thailandia e Malesia restano ipotesi accreditabili, ma solo con le porte aperte. Altrimenti i costi per Dorna diventerebbero insostenibili. Quasi sicuramente sarà un calendario che si dispiegherà in 5 nazioni europee per un totale di 12 gare.

IL CALENDARIO MOTOGP 2020

Si parte da Jerez de la Frontera, con un doppio appuntamento il 19 e 26 luglio, preceduto da una giornata di test il 15 luglio. Dopo di che la MotoGP si trasferirà in Repubblica Ceca (9 agosto) e Austria (16 e 23), quindi altro break e tutti a Misano (6 e 13 settembre), prima di tornare in Spagna. Due le gare previste ad Aragon (27 settembre e 4 ottobre), anche se una potrebbe saltare in favore di Le Mans. Senza Francia, invece, la settimana successiva (11 ottobre) si correrebbe a Barcellona, che altrimenti verrebbe spostata al 18 ottobre per la seconda e conclusiva tripletta, con la fine del Mondiale a Valencia (25 ottobre e 1 novembre).

Entro la fine di agosto verrà confermata o smentita la possibilità di volare in Asia, al Buriram e a Sepang. In tal caso l’appuntamento di Valencia verrebbe posticipato. Purtroppo in una simile situazione di emergenza sanitaria diventa impossibile fare progetti a medio termine.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Davide Tardozzi

MotoGP, lutto in Ducati: è deceduta la moglie di Davide Tardozzi

Valentino Rossi al Ranch di Tavullia

“Valentino Rossi mi ha allucinato”: l’ex pilota ricorda una giornata al Ranch

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Chicho: “Jorge Lorenzo e Ducati stanno trattando”