Andrea Dovizioso

Crutchlow: “Dovizioso smarrito, due anni fa era più veloce”

Cal Crutchlow ritiene che Andrea Dovizioso non sfrutti abbastanza i punti di forza della Ducati: "Sembra smarrito, non cosa stia succedendo nel suo box".

10 luglio 2019 - 13:21

Cal Crutchlow ha chiuso sul podio il GP del Sachsenring davanti a Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso. Da ex pilota Ducati (stagione 2014) esprime la sua opinione sulle ultime prestazioni opache del Dovi, che gli hanno fatto compiere un passo indietro, a suo dire, rispetto all’anno scorso. Mondiale già deciso? Secondo il pilota LCR Honda sembrerebbe proprio di sì: “Il distacco in campionato è troppo grande“.

Andrea Dovizioso resta il diretto inseguitore di Marc Marquez ma il gp in classifica è di 58 punti a metà stagione. “Penso che Dovi sia un po’ smarrito, francamente, è chiaro. Non è stato così veloce nelle ultime gare“, ha dichiarato Cal Crutchlow al termine della gara al Sachsenring. “In molte sessioni si è probabilmente mosso nella direzione sbagliata, non usa i punti di forza della moto“. Ma il britannico poi mitiga la sua critica: “Dovi è un pilota fantastico ed eccezionale. È un mio buon amico – riporta Speedweek -. Tuttavia, non ha colto l’occasione per battere Marc. E ora ha avuto alcune cattive gare e qualifiche, quindi va sempre peggio“.

Fino all’inizio del campionato la Desmosedici GP19 sembrava la moto da battere, Ducati il team che aveva lavorato meglio durante la pausa invernale. Dopo la prima vittoria in Qatar le sensazioni hanno trovato conferma, ma con il passare dei GP la Honda di Marquez ha preso il sopravvento. Le responsabilità ricadono su Andrea Dovizioso o sulla squadra di Borgo Panigale? Cal Crutchlow sposta l’ago della bilancia in direzione del forlivese: “Non so cosa stia succedendo nel suo box, quale moto guida, e così via. Ma se prendi il Dovi da due anni fa a mio avviso era in forma migliore… Spero davvero si dia una mossa, perché abbiamo bisogno di un Mondiale più eccitante“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi

Valentino Rossi: “Sul motore servono gli ingegneri giusti”

kasma daniel kasmayudin moto2

Moto2: SAG Team, cambio di rotta. Arriva Kasmayudin nel 2020

Valentino Rossi e Fabio Quartararo

Quartararo, Petrucci, Rossi: a Valencia sarà sfida a tre