Andrea Iannone cade ad Assen

Cadute in MotoGP: Zarco bocciato, Dovizioso-Quartararo promossi

MotoGP: la classifica delle cadute dopo le prime 9 gare. Johann Zarco primo con 11 cadute, soltanto 2 per Andrea Dovizioso e Fabio Quartararo.

30 luglio 2019 - 16:14

A metà campionato MotoGP 2018 Marc Marquez era caduto 11 volte, quest’anno resta fermo a quota 6. Non solo vanta una Honda con specifica di motore superiore rispetto ad un anno fa. Non solo ha migliorato ulteriormente il feeling con la RC213V, apportando modifiche su misura. Ma sbaglia di meno, compie più salvataggi e la classifica ci guadagna.

Nel precedente biennio Marc Marquez ha conquistato anche la leadership nella classifica delle cadute. 27 nel 2017, 23 nella stagione scorsa, ma quest’anno ha intenzione di cambiare rotta. Si era fissato questo obiettivo al termine della vittoria del settimo titolo in carriera e finora lo sta centrando. Secondo i dati Dorna nelle prime nove gare in MotoGP si contano 125 cadute. Finora la maglia nera la detiene Johann Zarco con 11 ko, a dimostrazione del cattivo feeling con la sua nuova KTM RC16. L’anno scorso con la Yamaha M1 del team Tech3 metteva a referto 9 cadute nell’intera stagione.

Al secondo posto di questa speciale classifica si piazza Jack Miller con 10 incidenti che, sommati agli 8 di Pecco Bagnaia, hanno costretto il team Pramac a riparare più danni di ogni altro team MotoGP. I piloti meno incidentati sono due: Andrea Dovizioso, e questa non è una novità, e Fabio Quartararo, che dimostra un’inaspettata maturità in veste di rookie. Valentino Rossi si ferma a 4, numero invariato rispetto al 2018. Nel 2015, quando ha perso il titolo MotoGP a Valencia, registrò due sole cadute dalla prima all’ultima gara.

MotoGP 2019, classifica cadute dopo nove GP

  • Johann Zarco (KTM) – 11 cadute
    Jack Miller (Pramac-Ducati) – 10
    Joan Mir (Suzuki) – 9
    Francesco Bagnaia (Pramac-Ducati) – 8
    Alex Rins (Suzuki) – 7
    Karel Abraham (Avintia-Ducati) – 6
    Cal Crutchlow (LCR-Honda) – 6
    Jorge Lorenzo (Honda) – 6
    Marc Marquez (Honda) – 6
    Danilo Petrucci (Pramac-Ducati) – 6
    Aleix Espargaro (Aprilia) – 5
    Pol Espargaro (KTM) – 5
    Franco Morbidelli (Petronas) Yamaha) – 5
    Tito Rabat (Petronas Yamaha) – 5
    Takaaki Nakagami (LCR Honda) – 4
    Valentino Rossi (Yamaha) – 4
    Bradley Smith (Aprilia) – 4
    Hafizh Syahrin (Tech 3 KTM) – 4
    Maverick Vinales ( Tech-3-KTM) – 4
    Andrea Iannone (Aprilia) – 3
    Miguel Oliveira (Tech 3 KTM) – 3
    Andrea Dovizioso (Ducati) – 2
    Fabio Quartararo (Petronas Yamaha) – 2
    Stefan Bradl (Honda) – 0
    Sylvain Guintoli (Suzuki) – 0
    Michele Pirro (Ducati) – 0

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mike di meglio motoe

MotoE: Mike Di Meglio confermato in EG 0,0 Marc VDS

MotoGP, Alex Rins

MotoGP, Davide Brivio: “Team satellite utile ma non indispensabile”

Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso, tra eventi solidali e riconoscimenti a Forlì