Pol Espargarò

Pol Espargaró multato di 64.800 euro

Pol Espargaró è stato condannato da un tribunale spagnolo a pagare 64.800 euro per aver guidato con una patente di guida senza punti.

30 luglio 2019 - 15:53

La Corte Suprema ha condannato Pol Espargaró a una multa di 64.800 euro per aver guidato con una patente senza punti. I fatti risalgono al 2016. Il tribunale provinciale di Barcellona si era già espresso in merito, ma il pilota KTM aveva presentato ricorso. Pol Espargaró ha ottenuto la patente di guida in Spagna nel 2009. Dopo aver stabilito la sua residenza in Andorra nel 2014, ha ottenuto una patente di guida extra UE e ha consegnato alle autorità del Principato quella spagnola. Nel luglio 2016 la Direzione Generale del Traffico (DGT) ha informato il pilota della perdita di validità della patente di guida dopo aver esaurito i punti. Nonostante ciò, tre mesi dopo, fu sorpreso dalla polizia locale mentre circolava a Barcellona.

POL ESPARGARÓ TRA SPAGNA… E ANDORRA

Espargaró ha provato a difendersi sostenendo che la condanna della DGT ricadeva su una patente di guida inesistente. A suo dire l’aveva scambiata in precedenza con un’altra (ad Andorra) ed era stata restituita alle autorità spagnole. Ma la corte ha sentenziato che “far finta che le autorizzazioni concesse da paesi terzi mantengano una validità immutabile in Spagna… non ha luogo“. Per di più sperare di godere “anche di una semi-immunità contro il regime stradale spagnolo, è una conclusione legale priva di qualsiasi fondamento”.

La Camera indica che ogni pilota che circola in Spagna, sebbene come in questo caso abbia la patente di guida di Andorra, è soggetta alle leggi spagnole. Secondo il tribunale, quando si commettono infrazioni nel territorio nazionale che comportano la perdita di punti, “non sono al di fuori del sistema di ritiro delle autorizzazioni“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi a Motegi

MotoGP, Valentino Rossi: “Yamaha può fare ogni cosa se vuole”

MotoGP Motegi

MotoGP Giappone: orari TV SKY, TV8 e streaming

suzuki guintoli motegi

MotoGP, Motegi: Suzuki, con Guintoli debutta un prototipo 2020