MotoGP, Yamaha

MotoGP Spy: Yamaha sta adottando un “vero” assetto variabile?

Tante novità tecniche viste nei test MotoGP a Jerez: sulla M1 compare il variatore di assetto. La soluzione è stata adottata da Ducati nel 2019

15 luglio 2020 - 14:21

In questi test d’assaggio della MotoGP stiamo scoprendo alcune novità tecniche. Ricordiamo che il regolamento è praticamente bloccato fino al termine della stagione 2021. Ciò non ha dissuaso gli ingegneri dal mettersi al lavoro, e le prelibatezze non mancano, a cominciare dal nuovo scarico visto sulla Ducati GP20. Ma la Yamaha sembra aver compiuto un passo ancora pi grande: diamo un’occhiata alla YZR-M1 di Maverick Vinales…

Anche Yamaha abbassa il baricentro

Era già noto che Yamaha avesse dotato lo stesso dispositivo holeshot lanciato dalla Ducati. per impedire alla moto di impennarsi in partenza. Ma adesso sulla M1 è comparso un nuovo dispositivo sul manubrio sinistro che ha tutta l’aria di essere il comando del variatore di assetto in rettilineo. Cioè la Yamaha avrebbe imboccato anche su questo dettaglio la stessa strada già tracciata da Ducati.

Unico comando, due funzioni?

Come promemoria,  la Ducati aveva separato queste due funzionalità (holeshot in partenza e variatore d’assetto in rettilineo) usando per la prima un comando a farfalla sulla testa della forcella. Inoltre aggiungendo un semplice joystick al manubrio sinistro per gestire la variazione d’assetto. In Yamaha sembrano aver fatto lo stesso, montando un sistema di controllo che sembra agire direttamente sulla forcella (foto qui in alto).  A breve ne sapremo di più…

Leggi qui l’articolo originale su Paddock GP

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

pirro motogp

MotoGP, Michele Pirro: “In Austria per aiutare Ducati e dare gas”

MotoGP, Valentino Rossi: “KTM da titolo? Assolutamente sì!”

Binder KTM Brno MotoGP

MotoGP, tecnica: I 4 anni di sviluppo KTM prima della vittoria (2/2)