MotoGP, Cal Crutchlow

MotoGP: Il destino di Andrea Iannone, Cal Crutchlow e il potere degli sponsor

Mercato piloti MotoGP in fermento. Cal Crutchlow sembra destinato a lasciare LCR, uno sponsor blinda Takaaki Nakagami. Destino segnato per Andrea Iannone?

7 luglio 2020 - 9:36

Mercato piloti MotoGP, il meglio deve ancora venire. Non sarà certo il passaggio di Danilo Petrucci alla KTM la notizia sensazionale dell’anno. Pol Espargarò nei prossimi giorni annuncerà il passaggio alla Repsol Honda e tanto basta per rendere più rovente questa estate di motori. Oltre che all’interno del box Honda, dove Marc Marquez deve fare buon viso a cattivo gioco. Alex Marquez accettare il salto indietro nel team satellite.  Cal Crutchlow  adesso deve trovare una sistemazione per il 2021 con l’aiuto di Dorna e Carmelo Ezpeleta.

Il boss della MotoGP ha assicurato che il britannico, nazionalità in via di estinzione nel Motomondiale, troverà una sella libera per il prossimo anno. Aprilia è la destinazione più accreditata e scontata, ma questo significherebbe che il destino di Andrea Iannone è già segnato. Non basterà una bistecca contaminata ad assolvere il pilota di Vasto. Viceversa l’unica soluzione disponibile sarebbe da trovarsi in Ducati, dove c’è già un vortice di piloti che si contendono una moto per la stagione 2021. Compreso Jorge Lorenzo che resta in attesa di conoscere l’esito della trattativa con Andrea Dovizioso. Più probabile che Iannone salti quantomeno la prossima stagione MotoGP, resta da capire solo quanto lunga sarà la squalifica.

L’IMPORTANZA DEL BUSINESS

Cambiano le prospettive anche nel box LCR Honda, dove ad occuparsi degli stipendi dei piloti è HRC. Quasi sicuramente la line-up piloti sarà formata da Alex Marquez e Takaaki Nakagami. L’Ala dorata non si priverà del giapponese in quanto importatore di uno sponsor di peso come Idemitsu. Per un team satellite è sempre difficile tenere in equilibro i bilanci finanziari, specie in un periodo di crisi economica generale come questo. LCR non ha mai avuto un main sponsor, ma grandi piloti sì: Carlos Checa, Toni Elias, Stefan Bradl, Jack Miller, Cal Crutchlow. Nel biennio 2016-2017 ha gareggiato con un solo pilota, dal 2018 è ritornato a due piloti grazie a Nakagami.

Lucio Cecchinello deve ricorrere a sponsor “one event”, aziende come Givi, Castrol e Rizoma utilizzano il team LCR come uno spazio pubblicitario. Il manager italiano sa bene l’importanza del business in MotoGP e dovrà accettare l’addio del suo pupillo Cal Crutchlow, 3 vittorie e 9 podi in cinque anni. Alex Marquez e Takaaki Nakagami hanno sicuramente tanto talento potenziale, ma per i podi bisognerà attendere forse a lungo. LCR Honda ritornerà alla sua vecchia funzione di scopritore di talenti dopo l’era Crutchlow?

2 commenti

Anonimus
15:24, 7 luglio 2020

Più che un team “scopritore” di talenti pare un team di “parcheggio” piloti.

fabu
10:33, 7 luglio 2020

di grandi piloti in LCR vi siete dimenticati un certo Casey Stoner.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

binder motogp

MotoGP, Misano-2: a Brad Binder le FP2, 17 piloti in un secondo!

masia moto3

Moto3, Misano-2: Vola Jaume Masiá, nuovo record assoluto nelle FP2

motoe misano

MotoE Misano-2, la novità: griglia di Gara 2 decisa da Gara 1