MotoGP, Giacomo Agostini

MotoGP, Giacomo Agostini “Fra un pò Marc Marquez torna e li sistema tutti”

Giacomo Agostini alla festa dello Sport di La Gazzetta dello Sport: "La gente vuol vedere il campione, capire come fa a vincere sempre."

10 ottobre 2020 - 8:28

Giacomo Agostini è sicuro: “Fra poco Marc Marquez torna e li sistema tutti”. Insieme all’altro ex iridato Marco Lucchinelli, il quindici volte campione del mondo è stato  ospite di “500 battiti al secondo“, incontro fra campionissimi e appassionati organizzato al piccolo teatro Strehler di Milano per il Festival dello Sport Gazzetta. Ago si è soffermato sull’attuale MotoGP che, mancando il dominatore degli ultimi anni, è in cerca di un padrone. “Se uno vince una gara  in quella successiva non è che deve rivincere, ma deve essere lì, coi migliori. E questo non succede”. Nelle ultime settimane la MotoGP sembra in calo d’interesse, secondo Agostini l’assenza di Marc Marquez pesa: “La gente vuol vedere il campione, vuole ammirarlo, capire come fa a vincere ogni volta”. 

“Che rottura i commenti sempre uguali” 

Marco Lucchinelli, ironico e pungente come sempre, non l’ha mandata a dire.  “Ma io mi sono anche rotto i… di sentir parlare di continuo di gomme e regolazioni”. Ai suoi tempi, negli anni ’80, era diverso. “Al Mondiale sono arrivato con la roulotte, e alla prima gara sono partito in prima fila. Ma devo anche essere contento, perché fino a 20 anni ho lavorato, ho fatto il ruspista, il commis sulle navi passeggeri. Senza il motociclismo avrei probabilmente fatto un po’ di galera. Poi, certo se fossi stato più regolare, avrei vinto di più. Se avessi fatto tutto a regola, perfetto, sarei stato un Valentino».

“Da giovani è più facile”

Sulla lotta MotoGP, Giacomo Agostini pensa che “Le Mans sarà decisiva. Chi tra Joan Mir e Fabio Quartararo farà più punti avrà molte chance di vincere”. Indirettamente, ha parlato anche di Valentino Rossi e dell’età che per i piloti diventa una difficoltà aggiuntiva. “Si vince quando si è giovani perché non si pensa. Crescendo si comincia a farlo, si crede di andare forte come prima. Ma il cronometro dice che no, non è vero”. Il campionissimo, 78 anni, ha regalato alla platea una e romantica : “Darei tutto quello che ho per tornare a correre”. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Bradley Smith

MotoGP, Bradley Smith e le ultime lamentele su Aprilia

alex marquez motogp

Spy MotoGP: Un nuovo telaio per i piloti Honda ad Aragón

savadori motogp

MotoGP: Lorenzo Savadori, Aprilia gli ‘regala’ Valencia e Portimao