MotoGP Bagnaia

MotoGP, Francesco Bagnaia: “Adesso la Ducati si abbassa tutta!”

Secondo giorno di test MotoGP in archivio per i piloti ufficiali Ducati. Il commento di Jack Miller: “Troppo presto per fare valutazioni”

7 marzo 2021 - 20:38


Dopo l’emozione del primo giorno in rosso, per Francesco Bagnaia (nel video qui in alto) e Jack Miller il lavoro nel box Ducati è continuato incessante. Alla fine della giornata l’australiano ha chiuso in 2° posizione con 57 giri all’archivio, mentre Pecco ha terminato in 9° piazza a circa sette decimi dalla migliore prestazione di Fabio Quartararo. La cosa importante, però, sono le cose provate e un programma di lavoro che continuerà nei prossimi test.

“Ho provato un serbatoio che è un miglioramento rispetto a quello di Jorge (Lorenzo) che ho usato nel 2019 dopo i primi test”, esordisce Bagnaia. “Mi aiuta nelle curve, mi piace. Oltretutto si abbina bene con il mio stile di guida, dato che sono uno che piega molto”. Archiviata l’emozione del primo giorno da ufficiale: “Ieri sentivo più la pressione, oggi mi sono concentrato sulle cose da provare. Abbiamo testato tante cose, mi sono piaciute più o meno tutte, sono contento”.

“Ci sono per fortuna due giorni in cui vedremo i dati e capiremo che strada prendere nei prossimi giorni”, prosegue Pecco. “Sarà importante continuare il lavoro iniziato in queste due giornate e oltretutto abbiamo la fortuna di essere tre piloti per poterci confrontare”. Il bilancio è positivo: “Non abbiamo fatto troppi giri, ma è stata una bella giornata. Il tempo in cui dovevo stare ai box è stato molto dato che abbiamo fatto delle prove sostanziose. Su alcune cose ho dei dubbi, ma le riproverò nei prossimi giorni”.

Avere tante giornate aiuta: “In un giorno si fa fatica a prendere delle scelte, fortunatamente avremo tre giorni per farlo”. Tra le novità c’è l’holeshot: “Adesso la Ducati si abbassa tutta, sia davanti che dietro. Abbiamo un nuovo sistema di partenza e sì, fa una bella differenza”. Infine il tema delle gomme: “Il vento non ci ha permesso di provarle, speriamo che le condizioni saranno migliori nei prossimi giorni. Per il momento sono contento, il Qatar è una pista difficile e sono contento di essere in top 10, anche se conta poco”.

Jack Miller: “Ho provato la nuova aerodinamica”

Soddisfatto anche Jack Miller: “Il lavoro non è finito, ci sono altri tre giorni. Vedremo cosa potremo cambiare, ma sicuramente sono soddisfatto con quello che abbiamo provato nonostante le restrizioni. Abbiamo fatto un fantastico lavoro, non vedo l’ora di correre con la GP21. Bisogna calcolare che qua saremo tutti vicini, è una pista dove spesso tutti sono molto veloci e con cinque giorni di test saremo ancora più compatti”.

L’australiano ha provato la nuova aerodinamica: “L’ho testata per la maggior parte della giornata. Mi sono trovato bene, dobbiamo capire se possiamo svilupparla ancora e se sarà quella che useremo per tutta la stagione”. Oltre a quella, tanto lavoro ulteriore: “Sono contento con tutte le cose provate, non abbiamo perso velocità, è positivo! La moto forse adesso è un pochino più stabile, ma il feeling per adesso è abbastanza simile alla versione precedente”.

Come ha detto in precedenza, tanti piloti saranno vicini tra di loro. Fare un bilancio è difficile: “Troppo presto per tracciare dei valori sulla carta. Ci sono tanti piloti e tante moto veloci sullo schieramento. Aprilia sembra forte e Aleix è sempre piuttosto performante qua. Vedremo cosa succederà quando si farà sul serio”. Miller commenta poi il nuovo holeshot: “Tutti adesso hanno un dispositivo di partenza, per il resto tutte le case hanno potuto fare pochi grandi miglioramenti a causa delle restrizioni”. Jack fa un commento poi sulle gomme: “La situazione sembra buona, ma non puoi mai saperlo fino a che non torni in pista”.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

pecco bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Zarco un riferimento nell’ultimo settore”

marc marquez motogp

MotoGP, Marc Márquez: “Che sorpresa il 6° posto, mi vedevo lento!”

Moto2 GP Portimao, Prove 2: Joe Roberts si conferma, 5° Bezzecchi