Honda HRC, Alex e Marc Marquez

MotoGP: Alex in Honda HRC, i fratelli Marquez dettano legge ovunque

Alex Marquez affiancherà il fratello nel team HRC. Significa che Marc Marquez ha già rinnovato con Honda per il 2021-22

17 novembre 2019 - 8:49

Alex Marquez nel 2020 correrà in MotoGP nel team ufficiale Honda al fianco del fratello Marc. La firma del contratto potrebbe già essere avvenuta, ma al più tardi arriverà oggi, ultima domenica di gara della MotoGP 2019. La promozione, a sorpresa, dell’iridato Moto2 significa che Marc Marquez ha già rinnovato  con la stessa Honda per il biennio 2021-22. Il ritiro di Jorge Lorenzo ha  dato una grandissima accelerazione al mercato. Il  clan Marquez  dopo aver conquistato i due Mondiali più importanti,  ha fatto la voce grossa anche sul mercato. Di oggi, di domani e anche del futuro.

MARQUEZ FORZA LA MANO AD HONDA HRC

Alex deve farsi strada da solo, chiaro che mi piacerebbe vederlo in MotoGP ma non mi sto occupando io della cosa” aveva detto Marc Marquez solo pochi giorni fa. Una evidente bugia. Il pilota che ha conquistato sei degli ultimi sette Mondiali della top class è riuscito a forzare la mano ad Honda HRC, imponendo la scelta del fratello nell’ambito della delicatissima trattativa per il rinnovo per il biennio successivo al 2020. A Tokyo, evidentemente, hanno così paura di perdere MM93 da aver ceduto su tutta la linea.

SALTATA LA STRATEGIA DI EZPELETA

Il boss di Dorna ha lavorato per settimane alla delicatissima trattativa fra Jorge Lorenzo e la stessa HRC, per lo scioglimento del contratto 2020. Il piano di Carmelo era piazzare Johann Zarco in una squadra importante, per dare una mano al business legato al GP di Francia. Ma il peso della famiglia Marquez, in questo momento, supera tutti gli altri: promoter del Mondiale, organizzatori dei GP, perfino della stessa Honda, la marca di moto più grande (e ricca) del Mondo. Zarco comunque non resterà a piedi, e ad adesso ha due opzioni (qui i dettagli): tornare in Moto2 con Marc VDS, prendendo il posto di Alex Marquez che aveva già rinnovato, oppure riaprire la trattativa con Yamaha che gli offre un posto da tester 2020, con tre wild card, e – ben più allettante – un posto in Petronas 2021.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Ho dimostrato di meritare la Yamaha”

MotoGP furti Sepang

MotoGP, furti a Sepang: recuperata la refurtiva

Valentino Rossi

Valentino Rossi: “2020 anno cruciale: se non miglioriamo addio MotoGP”