fenati aragon moto3

Moto3, al MotorLand Aragón festa italiana solo con Romano Fenati

Trionfi soprattutto spagnoli in 125cc/Moto3 ad Aragón. Un solo acuto italiano grazie a Romano Fenati, più qualche altro podio. Rivediamo i precedenti.

6 settembre 2021 - 18:44

Ci avviciniamo al 13° round della stagione MotoGP 2021. Si corre al MotorLand Aragón, un appuntamento fisso dal 2010 per quanto riguarda le due ruote (anzi, addirittura doppio l’anno scorso per la pandemia). Ma non è stato certo un evento che ha particolarmente sorriso ai nostri colori, invece sono stati in particolare i piloti di casa a fare da padroni. Guardando nella classe minore, prima 125cc e poi Moto3, troviamo infatti una sola vittoria di uno dei nostri ragazzi… Rivediamo tutte le precedenti edizioni.

GP Aragón 125cc, 2010-2011

Nei primi due eventi disputati su questo tracciato la classe minore era ancora la storica ottavo di litro. Ma non deludono i colori spagnoli: Pol Espargaró e Nico Terol comandano la corsa, tagliando il traguardo in quest’ordine ma separati da appena 50 millesimi. Podio completato da Bradley Smith, il miglior italiano è Marco Ravaioli 18°. L’ultima edizione 125cc di questo GP vede invece trionfare il poi campione Nico Terol, con ampio margine su Johann Zarco e su Maverick Viñales. Due italiani in zona punti, ovvero Luigi Morciano 12° ed Alessandro Tonucci 14°.

GP Aragón Moto3, 2012-2015

Nasce la nuova categoria, ma su questa pista la musica non cambia. Lo spagnolo Luis Salom si impone nell’evento 2012, con un margine di pochi decimi sui tedeschi Sandro Cortese e Jonas Folger, a punti Niccolò Antonelli 10° ed Alessandro Tonucci 12°. L’anno dopo il dominio iberico si estende alla top 4: trionfa Alex Rins con circa mezzo secondo di margine su Maverick Viñales, 3° più staccato è Alex Márquez con Salom 4°. A referto l’8° posto di Romano Fenati, proprio il pilota che spezzerà il regno spagnolo ad Aragón. Nel 2014 infatti il nostro portacolori rimonta e si impone infine su Alex Márquez per appena 57 millesimi, completa il podio Danny Kent. L’anno dopo registriamo un’altra vittoria non-iberica, che sarà anche l’ultima della categoria. Ci pensa Miguel Oliveira, che regola per 193 millesimi il pilota di casa Jorge Navarro, nota tricolore in terza piazza grazie a Romano Fenati.

GP Aragón, 2016-2020

Ma dal 2016 in avanti gli spagnoli riprendono il comando: da allora infatti arrivano solo vittorie dei ragazzi di casa. Ricomincia Jorge Navarro, che per appena 30 millesimi si lascia alle spalle Brad Binder, ma anche Enea Bastianini terzo è lontano appena un decimo. Nel 2017 è Spagna contro Italia nella top 5 della corsa, ma ancora una volta ha la meglio un pilota di casa. Nella battaglia di Aragón la spunta Joan Mir, il vantaggio sugli altri? Appena 43 e 51 millesimi sugli italiani Fabio Di Giannantonio e Bastianini che completano il podio, distacchi ridotti anche per gli inseguitori.

Nella stagione successiva è Jorge Martín a fare la voce grossa, con ampio margine sul tris tricolore composto da Marco Bezzecchi, Bastianini e Di Giannantonio. Passiamo al 2019 ed ecco la zampata di Aron Canet, che ha nettamente la meglio sui più battaglieri inseguitori: solo al fotofinish Ai Ogura e Dennis Foggia si assicurano il podio. Per finire nel 2020 con Jaume Masiá, che beffa per 91 millesimi Darryn Binder, con Raúl Fernández 3°. Anzi, è doppietta per il vincitore vista la replica sette giorni dopo nel “eccezionale” GP di Teruel.

Massaggio Capitale, relax a Roma

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Gomme Michelin? Serve più coerenza”

enea bastianini motogp

MotoGP, Enea Bastianini: “Michele Pirro riferimento nelle prime libere”

motogp misano 2021

MotoGP Misano: dal ritorno di Morbidelli al “vero momento” di Márquez