Ai Ogura Moto3

Moto3: Ai Ogura, il valore del ritorno sul podio. Arenas ora dista 3 punti

Ai Ogura ritorna sul podio dopo quattro GP complessi. Al momento giusto: con lo sfortunato KO di Arenas si riporta a -3. "Ultime gare difficili, ma non mi sono arreso."

9 novembre 2020 - 11:13

Uno dei grandi protagonisti in ottica iridata è tornato a sorridere sul podio. Ai Ogura mette a referto una terza posizione che, a questo punto della stagione, si rivela davvero importante. Soprattutto se aggiunta allo sfortunato zero del leader Moto3 Albert Arenas. Il divario tra i due si è davvero ridotto, ora ci sono appena tre punti a dividerli, e sono rimasti solamente due Gran Premi da disputare. Lo spagnolo tornerà alla carica il prossimo weekend, ma il giovane pilota giapponese certo non sarà da meno. Sarà testa a testa fino alla fine, a meno che non ci siano importanti colpi di scena già a Valencia-2.

Ricordiamo la prima parte di stagione memorabile, con ben sei podi in otto gare. Dalla Catalunya invece è sorto qualche problema in più: abbiamo solo due top ten in quattro GP, spesso frutto di una rimonta da una brutta posizione in griglia. Valencia non è nella sua lista di piste preferite, ma proprio qui invece è arrivata una bella prova di forza. Certo ha aiutato l’incidente iniziale che ha coinvolto Vietti, Arenas e López, a cui aggiungere la successiva bandiera nera all’alfiere Aspar Team. Ottavo in griglia, si è portato subito nelle prime posizioni: una volta scappato Fernández, ha lottato senza sosta con García e Arbolino, agguantando una preziosa terza posizione finale.

“Le persone devono capire il vero valore di questo podio” ha sottolineato Ai Ogura a gara conclusa. “Da inizio anno fino a metà stagione sono salito quasi sempre sul podio, si potrebbe dire che era quasi diventato normale per noi. Le ultime gare però sono state davvero difficili, ma non mi sono mai arreso. Normalmente però non sono così competitivo a Valencia, sono davvero contento di essere tornato sul podio proprio qui. È un risultato davvero importante anche per la squadra.”

La dicono lunga gli abbracci festosi visti al box quando Ogura ha tagliato il traguardo. Hiroshi Aoyama in particolare non stava nella pelle. “Che gara!” ha dichiarato. “Proprio all’inizio alcuni top rider sono caduti, anche Ai ha rischiato di rimanere coinvolto, ma fortunatamente ha reagito in tempo. Le condizioni della pista erano davvero difficili e ha fatto un po’ fatica nella prima parte del GP. Nella seconda metà invece è riuscito ad essere molto aggressivo ed a lottare per il podio. Siamo davvero felici di questo risultato.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

miller motogp

MotoGP, Jack Miller: “Non potrò mai ringraziare abbastanza Ducati Pramac”

MotoGP, Carmelo Ezpeleta boss Dorna

MotoGP, Ezpeleta: “Calendario 2021 con 18 GP, Marquez senza obblighi”

canet moto2

Moto2, Aron Canet best rookie: “Peccato per la gara, nel 2021 obiettivi più alti”