yari montella moto2

Moto2: Yari Montella non disputerà i GP di Silverstone e Aragón

Yari Montella fermo per i prossimi due GP. Il rookie del team Speed Up non prenderà parte alle tappe Moto2 a Silverstone e ad Aragón.

24 agosto 2021 - 12:28

Griglia Moto2 che avrà un nostro portacolori in meno al via, ovvero Yari Montella. La notizia però è che non si tratta di un infortunio, ma di uno stop da parte di Speed Up per i prossimi due eventi mondiali. Ricordiamo che il pilota salernitano è rientrato proprio in Austria da una lesione al polso destro riportata nel corso delle prove libere a Le Mans. Un doppio round al Red Bull Ring non proprio semplice, chiuso con un piazzamento fuori dai punti ed una caduta. Ora arriva la notizia però dell’assenza del Campione Europeo Moto2 2020 nei prossimi due Gran Premi di questa stagione in corso. Riportiamo le parole comparse sui profili personali del pilota, seguiranno aggiornamenti.

“Yari Montella e GRD sono profondamente costernati nel dover annunciare che il Team Speed Up, in persona di Luca Boscoscuro, contravvenendo inequivocabilmente al contratto in essere, ha deciso di sospendere il pilota per le prossime due gare di Silverstone e Aragón. Chiedendo altresì che venga fornita certificazione medica che dimostri l’idoneità a correre, malgrado l’equipe medica del circuito abbia già rilasciato il relativo certificato prima della gara del 08/08/2021 (GP Stiria). Riteniamo che sia stato violato in più il principio cardine di ogni competizione sportiva, ovvero quello della lealtà e della buona fede. Per questo motivo è già stato dato corso alle opportune iniziative giudiziarie, informando altresì il procuratore federale.”

GP San Marino e Riviera Rimini Biglietti qui

Foto: Speed Up Team

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mir motogp misano test

MotoGP, Suzuki sul motore 2022: “Non una rivoluzione, uno sviluppo”

marc marquez motogp

MotoGP: Marc Márquez, primo contatto con la nuova Honda RC-V

MotoGP, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

Test MotoGP, Valentino Rossi cambia programma. ‘Dovi’ più aggressivo