Marc Marquez davanti a Jorge Lorenzo

Marc Márquez 2° a muso duro: “Lorenzo meritava la penalità”

Marc Márquez sfiora la pole in Catalunya ed è polemico contro Jorge Lorenzo: "Meritava la penalizzazione, servono regole uguali per tutti".

15 giugno 2019 - 16:14

Nonostante le apparenti difficoltà nelle prove libere, Marc Márquez sfiora la pole per soli 15 millesimi al termine delle qualifiche (tempi e classifica QUI). Domani si accomoderà sulla seconda finestra in griglia del GP di Catalunya per giocarsi subito la posizione di testa con Quartararo. Il campione del mondo ha compiuto molti giri con gomme usate per simulare le condizioni di gara di domani, ma al momento di fare il time attack non è venuto meno.

Ancora una volta la sua strategia potrebbe rivelarsi vincente. Il 17° crono nelle FP2, il 9° nelle FP3 avevano seminato qualche dubbio all’interno del box Honda. Marc Márquez rivela che quei tempi non erano solo frutto di una scelta, ma anche di qualche piccola difficoltà. Quasi certamente per il solito problema all’anteriore che non consente di poter utilizzare la mescola più morbida al pari degli avversari. “Sono contento di come è andata oggi, abbiamo fatto un bel lavoro in tutto il weekend. Sembrava che fossimo un po’ più indietro, ma al momento della verità ci siamo e questo è l’importante. Sono soddisfatto, ma si poteva fare la pole – ha ammesso il pilota Honda a Sky Sport – Ho sbagliato all’ultimo giro in curva 4, quasi cadevo, ma siamo lì“.

STRATEGIA GOMME E SCINTILLE MARQUEZ-LORENZO

Gran parte del tempo utile nelle prove libere è stato sfruttato per girare con gomme usate, per capire meglio quale strategia gomme utilizzare domani in gara. Le fasi finali saranno decisive e scegliere la media o la hard potrebbe essere la mossa vincente. “Qui la gara è molto lunga – ha sottolineato Marc Márquez -, perciò abbiamo lavorato tantissimo con gomme usate, per studiare la gomma giusta. Si farà fatica ad arrivare fino alla fine con un buon passo. Nella FP4 abbiamo fatto tanti giri con la gomma usata, girando sul 1’41” basso che credo sarà il passo nel finale di gara. All’inizio dobbiamo aspettare che succede con le gomme e sarà difficile scegliere la mescola giusta“.

Nelle FP3 Marc Márquez ha mostrato il suo disappunto nei confronti di Jorge Lorenzo che gli ha tagliato la traiettoria. Piccole scintille in casa HRC che rispecchiano eventuali diatribe sullo sviluppo della moto dopo la visita del maiorchino in Giappone. “Mi dà fastidio perché quando l’ho fatto io l’anno scorso mi hanno penalizzato ad Austin e in Malesia. Nella FP3 del Mugello ho avuto un contatto con Mir, oggi è accaduto lo stesso. Va bene, sono cose che capitano in gara, ma dobbiamo far valere la stessa regola per tutti“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Per me il Mondiale è già finito”

MotoGP, Paolo Ciabatti

MotoGP, Paolo Ciabatti: “Non sarà facile sostituire Andrea Dovizioso”

rins motogp

MotoGP, Manuel Cazeaux: “Alex Rins era pronto, ma l’incidente a Jerez…”