Valentino Rossi

Graziano Rossi: “Vorrei vedere Valentino correre per sempre”

Valentino Rossi pensa al ritiro? Papà Graziano assicura che il campione e la sua squadra cercheranno il riscatto nella seconda parte di stagione.

21 luglio 2019 - 9:27

Valentino Rossi prova a dimenticare in vacanza ad Ibiza  una prima parte di campionato che non gli ha dato grandi soddisfazioni.  Nei prossimi giorni tornerà al lavoro con gli allievi dell’Academy e prepararsi al meglio per la seconda parte di Mondiale. Alla faccia dei suoi detrattori che lo vorrebbero sulla via del tramonto anticipato.

La situazione in classifica è abbastanza preoccupante, ma non tanto da spingerlo a dire addio anzitempo. Ha un contratto fino al 2020 e lo rispetterà. Dovrà fare i conti prima di tutto con gli avversari “interni”, Maverick Vinales e Fabio Quartararo. Il primo ha effettuato il sorpasso in classifica al Sachsenring, l’altro promette di essere il futuro della Yamaha. Le parole degli ultimi giorni non scalfiscono il suo umore, lo assicura Graziano Rossi: “Non gliene frega un accidente – ha detto a Mario Salvini su ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Perché come sempre non legge niente di tutto quello che lo riguarda“.

Il problema di Valentino Rossi non è legato all’età, secondo papà Graziano. Bensì alle lacune tecniche della M1: “E’ in gran forma fisica e questo non lo dico solo io, lo ripetono anche tutti quelli che gli sono vicini. E non è giù di morale… C’è stato un momento in cui Vale e la sua squadra sono rimasti senza direzione… Non è un mistero: tutti sanno che la Yamaha è la più lenta tra le moto attualmente in pista, sia in quanto a velocità di punta sia per accelerazione“.

Bisogna anche fare mea culpa all’interno del suo box. Perché quando si tratta di messa a punto, per guadagnare nel guidato quel che si perde in rettilineo, i suoi uomini non sono stati sempre impeccabili. “Nel suo team c’è stata una sbandata. Ma ora è tutto risolto – ha assicurato Graziano -. E non significa che ci saranno dei cambiamenti nel gruppo. Sono sicuro che già a Brno, il 4 agosto, Vale sarà al suo 80% e che dal GP successivo potrà ricominciare a lottare per il podio“. E sulle recenti dichiarazioni di Lin Jarvis che parla di un futuro Yamaha senza Valentino Rossi? “ Condivido un po’ le preoccupazioni di Vale, ma anche il suo ottimismo. E soprattutto vorrei vederlo correre per sempre“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso e Marc Marquez

MotoGP, Dovizioso provaci ancora: Marquez obiettivo non impossibile

miguel oliveira tech3

Miguel Oliveira: “MotoGP in Portogallo? Un sogno, ma…”

Valentino Rossi pronto per l’endurance: “Ci siamo divertiti da bestia”