gajser mxgp gb 2020

MXGP, Tim Gajser: “Valkenswaard non tra le mie piste preferite”

Tim Gajser e Mitch Evans verso il secondo round MXGP 2020. Entrambi pronti a mettersi nuovamente in evidenza dopo l'ottima tappa a Matterley Basin.

4 marzo 2020 - 15:00

Tim Gajser e Mitch Evans pronti per il secondo round MXGP. Dopo un esordio stagionale di successo a Matterley Basin (2° e 5° assoluto), il duo HRC si prepara ad affrontare questo fine settimana le sabbie di Valkenswaard, nei Paesi Bassi. Nel 2019 il campione in carica ha chiuso con il 3° posto assoluto, ma è determinato a fare ben di più per cercare di imporre la sua legge. Per Evans invece si tratta dell’esordio da pilota MXGP, con un 10° posto in MX2, ma dopo l’ottimo debutto in Gran Bretagna può essere uno dei piloti da tenere d’occhio in ottica top 5. Prove libere  e qualifying race sabato, ma domenica 8 marzo alle 13:15 ed alle 16:10 arriveranno i punti.

“Il round a Matterley è andato abbastanza bene” ha detto Tim Gajser, 7° in Gara 1 e 2° in Gara 2 nella tappa inaugurale britannica. “Sono un po’ deluso per qualche errore, ma sono contento della mia velocità, della mia forma e del comportamento della CRF450RW. Non vedo l’ora di correre a Valkenswaard: non è una delle mie piste preferite, ma in passato ho ottenuto qualche buon risultato, che spero di ripetere. Arriviamo direttamente dalla Gran Bretagna, ma non è stato facile trovare qualche circuito aperto su cui allenarsi. Andrò in Germania per un giorno, in modo da prepararmi al meglio per il fine settimana.”

Terzo e settimo posto per Mitch Evans all’esordio in MXGP, un buon biglietto da visita per il neo alfiere HRC. Si va nei Paesi Bassi per la conferma. “Sono contento di com’è andato l’ultimo fine settimana, oltre che di aver finalmente iniziato la stagione. Un po’ di pressione se n’è andato dopo la prima gara, ora possiamo concentrarci su un weekend alla volta. Ora avremo un solo giorno di allenamento per prepararci al meglio alla sabbia di Valkenswaard. L’anno scorso è stata una tappa un po’ dura soprattutto per la pioggia, ma penso sarà ancora più difficile in questa stagione. Non vedo l’ora di partire e di dare il massimo.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

tony cairoli mxgp

Tony Cairoli, nuova sfida a quattro ruote al Tuscan Rewind 2020

Gajser Cairoli MXGP

MXGP, Tim Gajser: “Cairoli un campione, 35 anni e sempre al top”

mxgp

MXGP: Tutte le novità del calendario (provvisorio) del Mondiale 2021