MXGP d’Asia: Tim Gajser imbattibile a Semarang

Ottavo successo stagionale per Tim Gajser sempre più lanciato verso un titolo mondiale che nonostante le tante assenze merita alla grande podio per Seewer e Tonus

14 luglio 2019 - 11:53

Tim Gajser ha vinto l’MXGP d’Asia sul tracciato di Semarang in Indonesia, dodicesima prova del campionato (qui trovate la cronaca della prima manche). Per lo sloveno, ormai vicinissimo alla conquista del suo secondo titolo mondiale nella 450 si tratta dell’ottava vittoria stagionale. Una seconda manche dominata dall’inizio alla fine quella del pilota gestito da Giacomo Gariboldi. Sesto podio nelle ultime sette gare e seconda posizione per Arnaud Tonus (2-3) in ripresa dopo la difficile gara della scorsa settimana. Arnaud ormai ha puntato nella generale il terzo posto, e nelle prossime gare proverà a conquistarlo per entrare nella top3 del mondiale. Terzo posto nella generale, e secondo nel mondiale per la “rivelazione” di questa stagione, cioè Jeremy Seewer (3-4). Lo svizzero con la sua costanza di rendimento è ormai un punto fisso nella top5 del campionato, e la doppia trasferta indonesiana lo ha dimostrato ulteriormente. Ai piedi del podio le due KTM del team Standing Construct, con Glen Coldenhoff quarto e Max Anstie quinto. Ottima la seconda manche di Paul Jonass, secondo che però ha buttato via un podio sicuro con la caduta nella prima gara. Quinto di manche Romain Febvre, out come il pilota dell’Husqvarna nella manche di apertura. Nono posto per il nostro Ivo Monticelli che ha raccolto 23 punti totali.

PRADO CHIUDE I GIOCHI

Jorge Prado, sempre lui e soltanto lui. Lo spagnolo con la vittoria di manche numero 20 e l’undicesimo successo in campionato ha di fatto chiuso i giochi per il titolo, complice anche lo zero ottenuto da Thomas Kjer Olsen nella seconda manche dopo una brutta caduta (senza conseguenze) che ha coinvolto anche Bas Vaessen subito dopo la partenza. Il leader della classifica ha fatto, come spesso accade, gara a se prendendo la testa subito e involandosi verso l’ennesimo successo della stagione. Secondo posto per il compagno di box Tom Vialle (2-4) calato nella seconda manche ma ancora sul podio conferma di una crescita importante. Primo podio in stagione per Calvin Vlaanderen (5-3) finalmente a ottimi livelli dopo una stagione difficile a causa della caviglia fratturata ad Arco di Trento. Grande quarto posto per Maxime Renaux (8-2) strepitoso nella seconda manche, davanti a Herny Jacobi (7-7). Buone le prove dei 2 piloti del team RedMoto Assomotor, con Mathys Boisrame che nonostante l’influenza ha chiuso al sesto posto nella generale, mentre Brent van Doninck ha conquistato l’ottavo posto. Il mondiale ritorna tra 15 giorni in Europa a Loket.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mondiale MX Junior: l’Italia è campione del mondo a Trento!

MXGP d’Asia: la prima manche nel segno di Gajser

MXGP: oltre la “noia” c’è di più