Ana Carrasco

Test Aragon: Ana Carrasco, la pioggia rimanda il test Superbike

La 22enne spagnola fermata dalla pioggia: l'uscita con la Kawasaki Superbike di Jonathan Rea è rinviata. Nel 2020 correrà di nuovo in WSSP300

13 novembre 2019 - 9:20

Ana Carrasco dovrà aspettare ancora un pò prima di poter salire sulla Kawasaki regina del Mondiale Superbike con Jonathan Rea. Il test premio avrebbe dovuto svolgersi ad Aragon questa mattina alle 10:00, ma le avverse condizioni meteo impediranno alla 22enne di Murcia di scendere in pista nella mezz’ora di tempo che le era stata concessa. Questa mattina il Motorland si è svegliato sotto una fitta pioggia. Il meteo prevede un miglioramento nel pomeriggio. Sono pronte a scendere in pista anche le formazioni ufficiali di Ducati, Yamaha e la stessa Kawasaki, con l’aggiunta di Barni Ducati. La pista sarà aperta oggi e domani dalle 10:30 alle 17. Anche per giovedi le previsioni del tempo non sono così incoraggianti.

ATTESA FEBBRILE

Ana Carrasco era prontissima a cimentarsi sulla Kawasaki Ninja prestata da Jonathan Rea. E’ arrivata in circuito di primo mattino, concedendosi la colazione nell’hospitality di Kawasaki Racing Team. L’attesa era al massimo. “Ma purtroppo con questo tempaccio è impossibile scendere in pista nell’orario previsto, vediamo se sarà possibile nel pomeriggio” ha commentato la campionessa del Mondo WSSP 300 del 2018. “Mi sono preparata molto bene, ero impaziente di guidare una moto così diversa da quelle con cui ho sempre gareggiato. Io sono qui, resto prontissima: spero che il tempo ci dia una mano…”

ANA RESTERA’ IN WSSP300

Nel 2020 Ana Carrasco correrà di nuovo nel Mondiale 300, la entry class delle derivate dalla serie, sempre con la Kawasaki. “Faccio ancora un anno con le piccole, poi ci sarà tempo per studiare le prossime mosse.” Salvo cambi di programma, nel 2021 la ragazza spagnola salirà in Supersport.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Loris Baz

Superbike: Loris Baz “Che bei test, con Yamaha ho ripreso slancio”

Leon Camier

Leon Camier, neanche la Ducati V4 R vince da sola

Supersport, Randy Krummenacher

Supersport: Randy Krummenacher, con la MV Agusta riscriverà la storia?