Emergency, Superbike

Superbike a Portimao corre con Emergency per la Sierra Leone

I campioni del WSBK doneranno a Portimao loro oggetti e abbigliamento di gara che andranno all'asta su charitystars da lunedi 9 settembre

5 settembre 2019 - 11:24

La Superbike a Portimao non correrà solo per la classifica del Mondiale e la gloria. Ma anche per dare una mano alla Sierra Leone, Paese africano fra i più poveri del Mondo. Emergency, in collaborazione con il promoter Dorna, ha organizzato una raccolta fondi a favore della Sierra Leone, denominata “Racing4EMERGENCY”. I piloti doneranno oggetti e abbigliamento da gara utilizzato nella sfida in Algarve. Tutto il materiale andrà all’asta su charitystars.com. Sul sito ci sarà una sezione dedicata che verrà aperta da lunedi 9 settembre.

A COSA SERVIRA’

Il ricavato servirà per sostenere e potenziare il  centro di chirurgia di emergenza e traumatologia costruito nel 2001 a Goderich, alla periferia di Freetown, capitale della Sierra Leone.  L’ospedale, inizialmente dedicato alle vittime di una delle più feroci guerre civili, offre assistenza gratuita a tutti i pazienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

EMERGENCY E LA SUPERBIKE

Emergency è un’organizzazione non governativa e senza fini di lucro che da oltre 25 anni lavora in campo umanitario, costruendo e gestendo ospedali in paesi colpiti dalla guerra e dalla povertà, in contesti di emergenza, promuovendo progetti di intervento medico immediato, e contribuendo alla ricostruzione del sistema sanitario dei singoli paesi. Ad oggi Emergency ha curato oltre 10 milioni di persone in 18 paesi. La Superbike aderisce alle campagne di Emergency da parecchi anni. Proprio in Portogallo il team Puccetti Kawasaki festeggerà il decennale del supporto all’organizzazione italiana che ha anche avuto in Marco Melandri uno degli storici sostenitori. Anche Dorna sta dando  il proprio concreto supporto

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

can oncu supersport

Nuove sfide: Dalla Moto3, Can Öncü approda in World Supersport

Toprak, Yamaha

Andrea Dosoli: “Visto? Toprak è già veloce anche con Yamaha”

Lucas Mahias

Lucas Mahias, il debutto in MotoE gli costa un dito mignolo