Superbike Misano Qualifiche 2: Troy Corser è il più rapido

Shane Byrne è secondo, ottimo il terzo posto di Luca Scassa

26 giugno 2010 - 7:58

Troy Corser ha ottenuto il miglior tempo al termine del secondo turno di qualifiche sul circuito di Misano Adriatico, che ha assegnato i 20 piloti che parteciperanno alla Superpole. L’australiano del team BMW Motorrad Motorsport ha ottenuto il riferimento ad inizio turno, rischiando di rovinare il tutto quando è finito nella ghiaia a causa di un sorpasso azzardato ai danni di Sylvain Guintoli, nel tentativo di migliorarsi ulteriormente. I due sono finiti a contatto e sono caduti entrambi, ma per fortuna non c’è stata nessuna conseguenza di rilievo. Corser è rientrato successivamente in pista con la moto numero 2, sulla quale i tecnici di Monaco di Baviera hanno fatto le modifiche necessarie per renderla identica quanto a set-up alla S1000 RR incidentata.

Dietro alla quattro cilindri della casa bavarese si sono classificate tre Ducati, con l’inglese Shane Byrne che è riuscito ad ottenere una promettente seconda posizione in sella alla 1198 F10 Althea. Il campione 2008 del BSB ha preceduto il sorprendente Luca Scassa, il quale ha ottenuto un risultato incredibile ed inaspettato in sella alla bicilindrica del team Supersonic Racing ed in grado di precedere il connazionale Michel Fabrizio, con la prima delle Ducati Xerox.

Quinto è il leader della classifica piloti Max Biaggi, primo pilota a non riuscire a scendere sotto il muro del minuto e trentasei secondi. L’alfiere Aprilia Alitalia sembra aver compiuto uno step in avanti rispetto alle prestazioni mostrate ieri, e guarda con favore i quasi due decimi rifilati allo sfidante per il titolo, il britannico Leon Haslam con la Suzuki Alstare, decimo nel finale. I piloti di casa sono decisamente competitivi al Santa Monica, visto anche il sesto posto di Lorenzo Lanzi, capace di ottimi tempi in sella alla 1198 RS DFX Corse. Dietro di lui terminano il ceco Jakub Smrz su Ducati Pata B&G, il secondo pilota BMW ufficiale Ruben Xaus e lo spagnolo Carlos Checa del team Ducati Althea.

Non riesce  a migliorarsi rispetto al primo turno di qualifiche Cal Crutchlow. Il pilota di Coventry ha rimediato solamente un’undicesima posizione, paradossalmente rispetto agli ottimi risultati mostrati nei recenti test proprio a Misano, nei quali sia lui che il compagno di squadra nel team Yamaha Sterilgarda James Toseland avevano ben figurato. Quest’ultimo ha terminato addirittura quattordicesimo, spendendo quasi l’intera sessione ad effettuare un long run.

Male, anzi malissimo le due Honda Ten Kate, con un irriconoscibile Jonathan Rea che non riesce a far meglio di una modesta 18esima posizione, preceduto anche dal compagno di squadra Max Neukirchner. Nonostante i test effettuati ad Assen non molto tempo fa, i problemi di chattering che affliggono la CBR 1000RR della squadra olandese appaiono lontani dall’essere risolti. Restano fuori dalla Superpole la wild-card Federico Sandi in sella all’Aprilia Gabrielli, l’australiano Chris Vermeulen con la Kawasaki ufficiale ed il nostro Matteo Baiocco, in sella alla ZX-10R Pedercini.

HANNspree Superbike World Championship 2010
Misano Adriatico, Classifica complessiva Qualifiche

01- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – 1’35.791
02- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.112
03- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 0.133
04- Michel Fabrizio – Ducati 1198 – + 0.172
05- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.267
06- Lorenzo Lanzi – Ducati 1198 – + 0.275
07- Jakub Smrz – Team Pata B&G Racing – Ducati 1198 – + 0.409
08- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.427
09- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.463
10- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.493
11- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 0.497
12- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 0.529
13- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.587
14- James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 0.811
15- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.905
16- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 1.235
17- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.458
18- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.540
19- Roger Hayden – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 1.628
20- Broc Parkes – ECHO CRS Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.832
21- Chris Vermeulen – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 1.847
22- Federico Sandi – Gabrielli Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 2.318
23- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 2.496

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

locatelli supersport

Supersport: Andrea Locatelli, la cinquina storica da fuga iridata

Superbike

Superbike: Honda HRC al limite, ha già fatto fuori tre motori

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea stuzzica Scott Redding “E’ stato facile dominare”