Superbike: Michael Rinaldi “Non ho rischiato, ma la V4 dà emozione”

Il pilota riminese ha girato con la Panigale del test team Ducati prestata al team Barni

16 novembre 2018 - 8:01

Michal Rinaldi ha preso contatto con la Ducati Panigale V4 R nel test di Aragon, grazie alla disponibilità del reparto corse che ha messo a disposizione del team Barni la moto del test team interno.  Il 22enne riminese ha compiuto ben 74 tornate: nonostante il giro secco non fosse la priorità, il miglior tempo di Rinaldi è stato comunque buono: 1’51″656, contro 1’51″180 realizzato con la stessa moto da Chaz Davies. Qui i tempi delle due giornate. Ricordiamo che Rinaldi ha preso il posto di Xavi Fores, miglior privato 2018, che è ancora in cerca di sistemazione. (Qui il punto sui test Ducati)

«All’inizio ero un po’ emozionato, salire sulla V4 è stata un’esperienza incredibile” ha commentato Michael Rinaldi.Giro dopo giro però ho preso confidenza e devo dire che  sono rimasto stupito: la moto lavora veramente bene e le sensazioni sono state molto positive sia a livello di ciclistica che di motore. Nella seconda giornata abbiamo provato a fare qualche giro in condizioni di pista bagnata, ma c’era troppa acqua. Questa era solo la prima uscita e ho cercato di non prendere troppi rischi».

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike

Superbike: Scott Redding vola, ma Jonathan Rea non ha paura

Macau

Rutter vola con la RC213V-S a Macau, ma la pole è di Hickman

Leon Camier

Superbike Test Aragon, giorno 2: Scott Redding a tutta forza