Superbike Losail Prove 4: Rea comanda, Sykes è secondo

Si rivede Tom Sykes mentre Sylvain Guintoli è quarto

1 novembre 2014 - 14:44

Nella conclusiva mezz’ora di prove libere che precede la disputa della Superpole nella seconda notte di attività del World Superbike al Losail International Circuit, sotto le luci dei riflettori Jonathan Rea, al suo ultimo gettone di presenza da portacolori Pata Honda, si riattesta su eccellenti livelli facendo registrare il best-lap in 1’58″246, ma a 359 millesimi si rivede il suo futuro compagno di squadra, Campione del Mondo in carica e capoclassifica di campionato Tom Sykes. Trascorsa la ‘Night 1’ ai margini della top-10, ‘The Grinner’ con il crono di 1’58″605 sembra aver trovato un giusto compromesso di set-up per la propria Kawasaki Ninja ZX-10R tanto da precedere il proprio compagno di squadra Loris Baz (3°), ma soprattutto il rivale nella corsa al titolo Sylvain Guintoli, quarto con la prima Aprilia RSV4 Factory accusando uno svantaggio di 1/2 secondo dalla vetta.

I duellanti al titolo, separati da 12 punti nella generale, si ‘marcano stretto’ in un plotoncino di 8 piloti racchiusi in meno di 1″: tra questi spazio a Toni Elias (5° e scivolato nel finale alla curva 2), Leon Haslam, le Ducati Panigale R Factory condotte da Chaz Davies (7°) e Davide Giugliano (8° dopo il best lap di ieri), non a Marco Melandri, nono accusando un gap di 1″085. Il ravennate, potenziale ‘arbitro’ (per quanto accaduto a Magny-Cours) del duello mondiale tra Sykes e Guintoli, si ritrova davanti alle Suzuki GSX-R 1000 del team Crescent con Alex Lowes (10°) ed Eugene Laverty (11°), artefici di un ‘passo del gambero’ dopo un gran venerdì.

Passando alla classe ‘EVO’, conferma di Niccolò Canepa con la Ducati 1199 Panigale R dell’Althea Racing davanti al ‘quasi Campione’ David Salom (Kawasaki KRT) e Sheridan Morais (Grillini Kawasaki, scivolato), è finito a terra alla curva 15 invece Alessandro Andreozzi senza un tempo all’attivo mentre Claudio Corti, ai comandi dell’unica MV Agusta F4 RR ‘Full SBK’ di MV Agusta Reparto Corse, è diciannovesimo. Alle 21:00 locali, le 19:00 italiane, semaforo verde con l’inizio della Superpole.

eni FIM Superbike World Championship 2014
Losail International Circuit, Classifica Prove Libere 4

01- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – 1’58.246
02- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.359
03- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.505
04- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.512
05- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 0.633
06- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 0.759
07- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 0.911
08- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 0.948
09- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 1.085
10- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.324
11- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.752
12- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 1.907 (EVO)
13- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 2.225 (EVO)
14- Sheridan Morais – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2.434 (EVO)
15- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 2.457 (EVO)
16- Alex Cudlin – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 3.201 (EVO)
17- Jeremy Guarnoni – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.254 (EVO)
18- Bryan Staring – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.594 (EVO)
19- Claudio Corti – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F4 RR – + 4.269
20- Aaron Yates – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 5.026
21- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 5.849
22- Gabor Rizmayer – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 6.397 (EVO)
23- Geoff May – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 6.426

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Chaz Davies

Superbike, Chaz Davies cerca lavoro: “Questo è il mio mondo”

Iker Lecuona

MotoGP, Iker Lecuona critica KTM: “Non è corretto”

yamaha replica superbike toprak

Superbike, ecco la replica della Yamaha R1 mondiale con Razgatlioglu