Superbike Imola Gara 2: Checa vince, Max Biaggi è campione

Fuori gioco Leon Haslam per un problema tecnico

26 settembre 2010 - 12:25

Le sorti della stagione 2010 Superbike si sono definitivamente decise con dieci giri d’anticipo, in questa gara 2 sul tracciato del “Santerno” di Imola. La svolta è stata data dal prematuro stop dell’inglese Leon Haslam (Suzuki Alstare), fermato da un problema tecnico alla sua Suzuki GSX-R 1000 K10. Niente da fare quindi per il pilota del Derbyshire, che lascia così le ultime speranze di titolo dopo aver combattuto fino all’ultimo.

Ad ottenere il sigillo mondiale è quindi il “Corsaro” Max Biaggi, alfiere Aprilia Alitalia, che corona nel miglior modo davanti al pubblico di casa una stagione di altissimo livello per lui e per la casa di Noale, che hanno dimostrato tutto il potenziale in un’annata che è girata nella sua totalità per il verso giusto. Il pilota romano corona un sogno coltivato per 4 stagioni, ovvero dal 2007 nel quale fece il debutto proprio con il team Suzuki Alstare di Francis Batta, suo primo team manager nell’avventura Superbike.

Con un Biaggi sicuramente al settimo cielo per il traguardo raggiunto nella giornata odierna, troviamo un Carlos Checa vincitore anche di questa seconda manche, nel fine settimana del suo rinnovo con Ducati Althea. Il pilota di Barcellona è passato in testa alla corsa al giro numero sei, e da lì in poi è risultato inavvicinabile per tutti. Dietro al “Toro” si classifica il giapponese Noriyuki Haga (Ducati Xerox), il quale ottiene quindi il secondo podio di questa domenica grazie ad una performance di alto livello, se si conta la quattordicesima casella di partenza.

Completa il podio l’inglese Cal Crutchlow (Yamaha Sterilgarda), il quale ha avuto la meglio nel finale sul connazionale Tom Sykes, quest’ultimo capace sull’asciutto di ottenere il miglior risultato in stagione, dopo i due quinti posti rimediati a Monza e al Nurburgring. Quinto classificato è proprio Max Biaggi, il quale ha concluso la corsa senza pressioni davanti a Shane Byrne (Ducati Althea Racing), a Lorenzo Lanzi (Ducati DFX Corse), a Sylvain Guintoli (Suzuki Alstare) e a Ruben Xaus (BMW Motorrad Motorsport).

Due le cadute di questa sessione, che hanno coinvolto l’inglese James Toseland (Yamaha Sterilgarda, scivolato al quarto giro alla “Variante Alta”), vittima di un week-end da incubo ad occhi aperti, e Michel Fabrizio (Ducati Xerox) al dodicesimo passaggio. Ritiri invece per Jakub Smrz (Aprilia Pata B&G, rientrato ai box dopo un’escursione sulla ghiaia alla “Tamburello”) e Roger Hayden (Kawasaki Pedercini). Anche grazie a questi ritiri, finiscono in zona punti Federico Sandi (Aprilia Gabrielli Racing Team), Fabrizio Lai (Honda Echo CRS) e Matteo Baiocco (Kawasaki Pedercini).

HANNspree Superbike World Championship 2010
Imola, Classifica Gara 2

01- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – 21 giri in 38’24.452
02- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 2.129
03- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 3.926
04- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 5.762
05- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 7.025
06- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 – + 12.147
07- Lorenzo Lanzi – DFX Corse – Ducati 1198 – + 14.212
08- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 18.029
09- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 18.249
10- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 19.446
11- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 23.674
12- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 34.804
13- Federico Sandi – Gabrielli Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 53.540
14- Fabrizio Lai – ECHO CRS Honda – Honda CBR 1000RR – + 1’03.102
15- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 1’07.185
16- Ian Lowry – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 1’08.926

Valerio Piccini

Servizio Fotografico Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

melandri superbike

Superbike, Melandri solo 19°: “Al momento guido davvero male”

crutchlow motogp

MotoGP, Cal Crutchlow: “Cambi di manubrio e di posizione in moto”

Superbike, Toprak

Superbike, Scott Redding ha un nuovo rivale “Toprak frena come un animale”