Superbike Phillip Island Prove 2: Bautista replica a Rea

Phillip Island: continua il confronto a suon di giri veloci fra Bautista e Rea, solo 14 millesimi di divario! Haslam terzo incomodo, conferma BMW

22 febbraio 2019 - 6:16

Phillip Island, continua il fantastico testa a testa fra Alvaro Bautista e Jonathan Rea. Nella seconda e ultima sessione di giornata (50 minuti) è stato lo spagnolo a realizzare il tempo migliore, 1’30″327, inferiore di 14 millesimi rispetto al limite di Jonathan Rea al mattino. Con temperature superiori (21°C aria, 40°C asfalto) il campione del Mondo non è riuscito a scendere, impresa riuscita invece allo scudiero Leon Haslam. Il campione BSB ha chiuso la giornata con 1’30″482, a un solo decimo dalla coppia Bautista-Rea: avete ancora dubbi sul livello del British Superbike?

Yamaha e Honda in recupero

Alex Lowes è caduto di nuovo, ma a livello cronometrico si è dato una scrollata rispetto al mattino, salendo in quinta posizione, dietro a Tom Sykes e alla BMW che invece con il caldo hanno aumentato considerevolmente il ritmo, 1’31″335. Continua l’avanzata della Honda con Leon Camier autore di un promettentissimo 1’30″792, sesta prestazione combinata. Scivolata per il compagno Ryuichi Kiyonari. Resta attardato Marco Melandri, tredicesimo davanti a un  Chaz Davies che sta viaggiando assai lontano dallo scatenato Bautista. E’ lo spagnolo che tiene in alto il prestigio Ducati V4R,  visto che anche Michael Rinaldi e Eugene Laverty arrancano fuori dalla top ten.

Bautista vs Rea, l’analisi

In FP2 Alvaro è stato impressionante. Ha percorso 25 giri, 13 dei quali sotto il muro di 1’31″0 (quattro sotto 1’30″5) risultato, sul passo, decisamente più incisivo di Jonathan Rea che invece ha abbattuto 1’31” solo due volte, nell’ultima uscita da appena tre passaggi. L’iridato ha fatto meno impressione di Leon Haslam, che con l’altra ZX-10R è sceso sei volte sotto 1’31. Sono questi tre i candidati al podio, anche se a Phillip Island le variabili legate al meteo, alle temperature e di conseguenza al rendimento delle coperture sono spesso imprevedibili.

Programma di sabato

Alle 24 (ora italiana) FP3 di appena 20 minuti, cui seguirà la Superpole quest’anno in turno unico di 25 minuti: scatta alle 02:15. Alle 5:00 gara 1, sulla distanza di 22 giri.

Foto d’apertura: Diego De Col

1 commento

Jonathan Rea: “Per vincere serve un altro passo avanti” – Corse di Moto – Notizie
16:02, 23 febbraio 2019

[…] Jonathan Rea, da quando è approdato in Kawasaki nel 2015,  si è sempre avvicinato alle gare con un pò di margine in tasca. Lo sbarco della Ducati V4R e di un pilota MotoGP come Alvaro Bautista lo stanno spingendo verso il limite. Il Cannibale sa che ci vorrà un extra sforzo per provare a ribaltare il pronostico di Phillip Island che dopo le due sessioni del venerdi pende leggermente dalla parte di Bautista. Qui cronaca e tempi del venerdi. […]

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Scott Redding show, uno così farebbe impazzire la Superbike

Jonathan Rea ammette: “Chaz Davies è tornato fortissimo”

Superbike 2020: Tom Sykes resterà in BMW