Lake Torrent, circuit

Lake Torrent: il progetto evapora Jonathan Rea non correrà in casa

Il tracciato in Irlanda del Nord, a pochi chilometri da Belfast, non si farà. La società che doveva costruirlo è definitivamente fallita

13 agosto 2019 - 8:55

Lake Torrent doveva essere un circuito modello, il vanto dell’Irlanda del Nord. Nei piani Dorna il tracciato a pochi chilometri da Belfast avrebbe dovuto ospitare la Superbike fin dall’edizione 2019, debutto poi posticipato di un anno. Ma Jonathan Rea non avrà mai l’opportunità di correre su quello che sarebbe stato il suo tracciato di casa. Il progetto è già evaporato, travolto dall’insolvenza della società che avrebbe dovuto investire i 36 milioni di € previsti. L’area sta cambiando proprietario e probabilmente verrà adibita alla costruzione di condomini di lusso.

INSOLVENZA

Che per Lake Torrent le cose andassero male era noto da tempo, ne avevamo già parlato a dicembre scorso (leggi qui). Nei mesi successivi non è stato possibile scongiurare il fallimento. Il sogno Lake Torrent ha quindi avuto lo stesso triste destino del Circuito del Galles, che annunciato nel 2015 non ha mai visto la luce. Oppure del tracciato cileno di Codegua, progetto che anni fa ambiva ad ospitare la Superbike morto a sua volta nella culla.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike Kawasaki

Superbike, test Portimao “La Kawasaki va più forte sul dritto”

Superbike Eugene Laverty

Superbike, Eugene Laverty “Nuova BMW più potente ma la strada è lunga”

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding sfida Jonathan Rea: “Non ho più nulla da imparare”