Eugene Laverty, test Portimao

Eugene Laverty miglior ducatista a Portimao: cominciano i rimpianti?

L'irlandese cambia ritmo con un mono evoluzione realizzato da Bitubo. Nei quattro round finali la Ducati Go Eleven diventerà la mina vagante?

26 agosto 2019 - 17:46

Eugene Laverty è stato il pilota Ducati più veloce nella combinata dei tempi dei test di Portimao. Con la V4R privata di Go Eleven è andato più forte di Alvaro Bautista (ancora dolorante alla spalla sinistra), Chaz Davies e Michael Rinaldi. Nel 2020 EuGenio andrà in BMW a far coppia con Tom Sykes. Tanti tifosi ducatisti si sono chiesti se non sarebbe stato lui il candadato ideale alla sostituzione di Alvaro Bautista. I quattro round che restano rischiano di acuire il rimpianto. In Portogallo, dove si corre fra meno di due settimane, Laverty detiene il primato assoluto.

EVOLUZIONE BITUBO

Eugene Laverty ha approfittato delle settimane di sosta estiva per rimettersi (quasi) a posto dal grave doppio infortunio ai polsi, doloroso ricordo della caduta (per guasto tecnico) nelle prove di Imola. Ad Aragon l’ex Aprilia aveva accarezzato il podio, l’incidente ha spento i sogni, che adesso però riprendono corpo. La Ducati Go Eleven usa parecchi particolari diversi dalle V4R Factory, a cominciare dalle sospensioni dell’italiana Bitubo, invece di Ohlins. Proprio l’introduzione di un nuovo mono ha permesso a Laverty di cambiare decisamente marcia, con progressi anche riguardo la gestione gomma.

“CHE PASSI AVANTI!

E’ stato un test fantastico per molte ragioni” gongola Eugene Laverty. “Dopo un periodo così complicato a causa degli infortuni, è stato incredibile poter tornare a guidare la mia moto in condizioni di forma accettabili. Abbiamo iniziato piano, ma poco a poco abbiamo testato novità, con notevoli passi in avanti. Sono particolarmente felice pr l’aggiornamento sul mono posteriore portato da Bitubo. Ho fatto una comparativa con le stesse gomme, e sono rimasto impressionato di aver guadagnato mezzo secondo. E’ un grandissimo salto in avanti. Abbiamo anche cambiato bilanciamento per frenare più forte. Risultare il migliore fra le Ducati a fine test è un risultato di cui andare molto fieri.” 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sylvain Guintoli, SBK

Massimo Rivola giù duro: “SBK in direzione sbagliata, Ducati ha un motore MotoGP”

Superbike, 2020

Superbike Ecco il calendario 2020, Qatar anticipato a marzo

can oncu supersport

Nuove sfide: Dalla Moto3, Can Öncü approda in World Supersport