Superstock 600 Aragon Gara: terza vittoria per Russo

Francesco Cocco sfiora il podio, 4° sul traguardo

30 giugno 2012 - 15:00

In una gara “sprint” accorciata a soli 6 giri per l’esposizione della bandiera rossa al primo via per un incidente che ha visto sfortunato protagonista Mathieu Marchal, il nostro Riccardo Russo conquista la terza vittoria stagionale nell’Europeo Superstock 600 rafforzando la propria leadership di campionato a scapito di Michael van der Mark, secondo sul traguardo, ora a -7 in generale dall’alfiere del Team Italia FMI. Scattato per la terza volta in questo primo scorcio di 2012 dalla pole, il talentuoso pilota campano si è destreggiato al meglio nelle concitate fasi iniziali della contesa, guadagnando il comando delle operazioni proprio al termine del primo giro. Da questo momento in avanti per “Ricky 84” è iniziata una fuga in solitaria valsa la terza vittoria nella serie continentale, la sesta stagionale contando le tre affermazioni conseguite nel Campionato Italiano Velocità.

Una prestazione capolavoro per il prodotto del vivaio Yamaha R6 Cup, una degna risposta a Michael van der Mark che lo aveva battuto proprio nel finale in casa a Misano Adriatico. Tra i due adesso ci sono 7 punti di differenza, un margine esiguo con ancora 5 gare e 125 punti in palio, ma con la certezza che tra Russo e Vd Mark sarà eletto il nuovo campione continentale Superstock 600, pronto a succedere nell’albo d’oro a volti noti del motociclismo internazionale del calibro di Claudio Corti, Xavier Simeon, Maxime Berger o Jed Metcher.

Oltre a Russo, al MotorLand Aragon è comparso nelle posizioni di testa anche Francesco Cocco, quarto ed in evidenza per spettacolari staccate “di traverso” all’ingresso della curva 16 in fondo all’infinito rettilineo opposto ai box, arrivando davvero ad un soffio dal terzo gradino del podio ad appannaggio di Gauthier Duwelz, 3° con la Yamaha del MTM Racing Team. Fuori dalla lotta per la vittoria invece Luca Vitali, 7° in rimonta dopo prove difficili, seguito da Christian Gamarino (10° nonostante una caduta al primo via) e Riccardo Cecchini, quindicesimo con l’unica Triumph Daytona 675 dello schieramento di partenza. Da segnalare infine l’ottima prova dell’australiano Matt Davies, primo campione della European Junior Cup, 6° con la Kawasaki del Team Go Eleven ad un soffio dalla top-3.

Cronaca di Gara

Grazie al 2’05″799 siglato nel secondo turno di qualifiche ufficiali, Riccardo Russo scatta per la terza distinta occasione in questo primo scorcio di campionato dalla pole position, accanto a lui in prima fila Michael van der Mark e le Yamaha MTM di Gauthier Duwelz e Adrian Nestorovic, 10° Francesco Cocco, 11° Luca Vitali, 13° Christian Gamarino ed in 16esima posizione Riccardo Cecchini. Alle 18:02 in punto semaforo verde per questo quinto appuntamento stagionale, ottimo spunto al via di Russo che conquista l’hole-shot alla staccata della prima curva su Duwelz, Nestorovic, van der Mark (4° e fuori traiettoria) seguito nell’ordine da Davies, Covena e Vitali. Gruppo compatto verso il secondo settore, alla curva 7 Christian Gamarino, terzo a Misano, incappa in una rovinosa caduta ed è il primo a salutare la compagnia. La corsa prosegue con Russo che prova ad allungare, van der Mark ha qualche difficoltà di troppo nel farsi largo tra le Yamaha MTM di Nestorovic e Duwelz: riesce a passare l’australiano alla staccata in fondo al lungo rettilineo dei box, il belga proprio in prossimità del traguardo con Russo ormai già letteralmente in fuga con oltre 1″ di margine.

Van der mark e Duwelz ingaggiano subito un bel duello senza esclusione di colpi, ma i commissari espongono la bandiera rossa per soccorrere il francesce Mathieu Marchal caduto all’altezza della curva 16. Si riparte così alle 18:29 con la formazione di una nuova gara da disputarsi sulla distanza di 6 giri, allo spegnimento del semaforo ancora una volta Russo non si fa trovare impreparato, ma in progressione viene sfilato nell’ordine da Duwelz e van der Mark. Duwelz resiste al comando, ma all’uscita dalla curva 5 arriva fuori traiettoria e viene passato all’interno da Russo, all’esterno da van der Mark con proprio i due protagonisti della stagione 2012 che sfiorano il contatto alla curva 7 favorendo il ritorno di Duwelz.

Con decisione Russo resta al comando su Duwelz, van der Mark, Davies e Cocco (partito benissimo dopo i problemi incontrati nelle prove), non l’idolo di casa Nacho Calero Perez a terra con un pauroso high-side all’altezza della curva 17. Oltre a Russo, il protagonista di queste prime fasi di gara è Francesco Cocco, deciso nel passare a sorpresa Vd Mark al tornantino in discesa, altrettanto spettacolare nel sopravanzare nella staccata in fondo al lungo rettilineo opposto ai box Duwelz per la seconda posizione. Questa bagarre consente a Russo di scappar via, già al giro di boa di questa gara “sprint” vanta oltre 2″ di margine sul rivale van der Mark riportatosi al secondo posto lasciando a Duwelz e Cocco la sfida per il 3° posto con il campione EJC in carica Matt Davies e Adrian Nestorovic poco staccati.

Cocco e Duwelz non si risparmiano, anzi, vivacizzano una corsa dominata da Riccardo Russo, alla terza vittoria stagionale portando a +7 il vantaggio in campionato su Michael van der Mark, battuto ed in 2° posizione. La lotta fratricida, a suon di staccate, per il 3° gradino del podio premia Duwelz in volata a scapito del nostro Francesco Cocco, a seguire nell’ordine Nestorovic, Davies, Vitali (7°), Gamarino (10° dopo il botto del primo via), a punti (1) anche Riccardo Cecchini, 15°.

Superstock 600 European Championship 2012
MotorLand Aragon, Classifica Gara

01- Riccardo Russo – Team Italia FMI – Yamaha YZF R6 – 6 giri in 12’41.673
02- Michael van der Mark – EAB Ten Kate Junior Team – Honda CBR 600RR – + 1.514
03- Gauthier Duwelz – Team MTM Racing – Yamaha YZF R6 – + 4.594
04- Francesco Cocco – Team PATA by Martini – Yamaha YZF R6 – + 4.622
05- Adrian Nestorovic – Team MTM Racing – Yamaha YZF R6 – + 5.642
06- Matt Davies – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-6R – + 5.813
07- Luca Vitali – Team Italia FMI – Yamaha YZF R6 – + 8.545
08- Sebastien Suchet – Team B.S.R. – Honda CBR 600RR – + 8.784
09- Corey Snowsill – MTM Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 10.860
10- Christian Gamarino – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-6R – + 12.951
11- Christophe Ponsson – MRS Racing – Kawasaki ZX-6R – + 14.519
12- Alex Schacht – Schacht Racing SBK ONE – Honda CBR 600RR – + 14.533
13- Marvin Fritz – Racedays – Kawasaki ZX-6R – + 15.092
14- Mircea Vrajitoru – CSM Bucharest – Yamaha YZF R6 – + 17.826
15- Riccardo Cecchini – FRT – Triumph Daytona 675 – + 18.197
16- Richard De Tournay – FP Racing – Kawasaki ZX-6R – + 19.905
17- Koen Zeelen – Benjan Racing – Honda CBR 600RR – + 26.307
18- Tony Covena – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-6R – + 30.485
19- Jonathan Willcox – Team Trasimeno – Yamaha YZF R6 – + 31.075

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Max Biaggi

Max Biaggi: “Valentino in Superbike? Perchè no…”

Superbike, Schieramento 2020

Superbike 2020: Ecco lo schieramento Mondiale (quasi) completo

jeremy alcoba campione cev moto3

CEV Valencia: Alcoba Campione Junior, Montella a podio in Moto2