Supersport Misano Qualifiche 1: Eugene Laverty torna in auge

A seguire i nostri Michele Pirro e Roberto Tamburini

25 giugno 2010 - 14:04

Eugene Laverty è riuscito ad ottenere il miglior crono al termine del primo turno di qualifiche della categoria Supersport, sul circuito di Misano,. Il pilota nord-irlandese, con passaporto dell’Eire, ha fatto staccare un tempo di 1’39.437 all’ultimo tentativo disponibile, dopo che per gran parte del turno era rimasto bloccato in terza posizione anche a causa di una scivolata a sette minuti dall’inizio della sessione. Il centauro del team Honda Parkalgar ha dovuto come al solito piegare la resistenza del team Ten Kate per ottenere il primo posto: in questo caso però, a dare filo da torcere al nativo di Toombridge non è stato Kenan Sofuoglu, ma il compagno di squadra Michele Pirro il quale, dopo una lotta sul filo dei millesimi, si è dovuto accontentare della seconda posizione, a poco più di un decimo dal leader.

Continua invece la marcia più che positiva del pilota di casa Roberto Tamburini, ottimo interprete del circuito Santa Monica, il quale in sella alla Yamaha Bike Service Racing Team ha ottenuto il terzo tempo assoluto, con l’unica sbavatura dettata dalla scivolata all’ultimo giro disponibile, mentre spingeva al massimo per migliorarsi. Dietro il pilota romagnolo si classifica proprio Kenan Sofuoglu, autore di un’uscita di pista ad inizio turno, per fortuna senza conseguenze. Il turco precede il “rookie” Gino Rea su Honda Intermoto, che riesce ad avere la meglio sul pilota Kawasaki Provec Motocard.com Joan Lascorz e l’inglese Chaz Davies con la Triumph ParkinGO BE-1 e il compagno di squadra di quest’ultimo, lo spagnolo David Salom.

Nono classificato è un altro pilota che gioca in casa, ovvero Massimo Roccoli con la seconda CBR 600RR Intermoto, il quale ha avuto uno sfortunato inconveniente tecnico alla 4 cilindri giapponese che ne ha limitato le performance. Dietro di lui si classifica un altro pilota Triumph, il francese Matthieu Lagrive, che precede il danese Robbin Harms in sella alla Honda Harms Benjan Racing.

Da segnalare nelle ultime due posizioni Paola Cazzola, ritornata in sella con la Yamaha gestita dal team Elle 2 Ciatti Racing, e Nikolett Kovacs, esordiente con la Honda Kuja Racing.

Supersport World Championship 2010
Misano Adriatico, Classifica Qualifiche 1

01- Eugene Laverty – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – 1’39.437
02- Michele Pirro – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 0.118
03- Roberto Tamburini – Bike Service Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 0.432
04- Kenan Sofuoglu – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 0.482
05- Gino Rea – Intermoto Czech – Honda CBR 600RR – + 0.611
06- Joan Lascorz – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 0.689
07- Chaz Davies – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 0.806
08- David Salom – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 1.185
09- Massimo Roccoli – Intermoto Czech – Honda CBR 600RR – + 1.333
10- Matthieu Lagrive – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 1.661
11- Robbin Harms – Harms Benjan Racing – Honda CBR 600RR – + 1.742
12- Miguel Praia – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – + 1.861
13- Alexander Lundh – Cresto Guide Racing Team – Honda CBR 600RR – + 2.059
14- Alessandro Torcolacci – Team Civita Racing – Triumph Daytona 675 – + 2.275
15- Fabien Foret – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 2.381
16- Vittorio Iannuzzo – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 2.832
17- Alessio Palumbo – Puccetti Racing Kawasaki Italia – Kawasaki ZX-6R – + 2.968
18- Danilo Dell’Omo – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 3.046
19- Bastien Chesaux – Harms Benjan Racing – Honda CBR 600RR – + 3.083
20- Iuri Vigilucci – Vigi Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 4.305
21- Fabio Menghi – VFT Racing – Yamaha YZF R6 – + 4.924
22- Eduard Blokhin – Rivamoto – Yamaha YZF R6 – + 6.402
23- Imre Toth – Team Toth – Honda CBR 600RR – + 6.735
24- Paola Cazzola – Wild Boar Team – Yamaha YZF R6 – + 6.853
25- Nikolett Kovacs – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 9.858

Valerio Piccini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike 2020: Tom Sykes resterà in BMW

Sandro Cortese, ma come hai fatto a correre conciato così?

Alvaro Bautista: adesso è lui che aspetta risposta da Ducati