Supersport: dopo Silverstone la Kawasaki insegue in classifica

Solo David Salom tiene alti i colori Provec Motocard.com

10 agosto 2011 - 22:18

Doveva esser l’anno giusto per la Kawasaki di tornare al titolo nel Mondiale Supersport. La forza di Chaz Davies e qualche battuta d’arresto di troppo hanno portato il team ufficiale Kawasaki Provec Motocard.com ad inseguire in classifica, con David Salom a sorpresa secondo in campionato pagando 42 punti dal leader Davies davanti anche al proprio capo-squadra Broc Parkes, attualmente 4° a -51 dalla vetta complice il doppio-zero rimediato ad Alcaniz e Brno per due cadute.

La squadra iberica, già protagonista nelle precedenti stagioni con Joan Lascorz (in corsa per il titolo prima del brutto infortunio a Silverstone), conta di ridurre il gap nelle ultime quattro prove stagionali facendo affidamento su di un David Salom in grande condizione, poleman a Silverstone, secondo in gara ed in campionato dal rendimento ben al di sopra le aspettative di inizio stagione.

Per me è senza dubbio positivo ritrovarmi in seconda posizione a questo punto del campionato“, spiega David Salom. “Sicuramente è un risultato buono, ma Chaz Davies è ancora lontano. Sono convinto che sia ancora possibile per me lottare per la vittoria finale, anche se sarà difficile: mancano quattro gare, ma tutto sommato penso di essere l’unico pilota finora sempre a punti ed è un vantaggio non da poco“.

Chi invece sta perdendo terreno è Broc Parkes che a Silverstone non è andato oltre la sesta posizione finale, non proprio il massimo tenendo conto del precedente doppio-zero rimediato al Motorland Aragon di Alcaniz e Brno.

Per tutto il fine settimana di Silverstone abbiamo avuto grandi problemi, ho pensato soltanto a limitare i danni“, ha spiegato il due volte vice-campione del mondo con Honda Ten Kate e Yamaha ufficiale. “Non avevo il passo: riuscivo a ottenere dei buoni tempi, ma non a viaggiare con una certa costanza di rendimento. Chiudere sesto non è il massimo per il campionato, non ci resta che migliorare nell’ultima parte della stagione e vedere cosa possiamo fare per recuperare questo svantaggio“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea prende slancio “La Kawasaki evoluta funziona”

Superbike, Jonathan Rea

Superbike Test: Jonathan Rea ad occhi chiusi, nuovo tempone a Jerez

Superbike, Kawasaki Puccetti

Superbike, la tecnica: “Le Ohlins sulla Kawasaki, una ventata d’aria fresca”