Eli Tomac Re di Detroit ma l’eroe della serata è Chad Reed

Vittoria meritata per Eli Tomac nella "Triple Crown" di Detroit davanti a Cooper Webb e al grandissimo Chad Reed a podio con la Suzuki Roczen 4° Musquin 6°

24 febbraio 2019 - 4:37

E’ stata una “Triple Crown” non banale quella andata in scena nella gara di Detroit, ottavo appuntamento stagionale con il Supercross. Il successo è andato ad un ritrovato Eli Tomac, vero dominatore dell’evento che nonostante un manche finale non perfetta ha meritato il successo. Secondo posto per Cooper Webb che probabilmente ha raccolto il massimo risultato in un sabato che non lo aveva visto velocissimo. Clamoroso terzo posto per un inossidabile Chad Reed autore di gare splendide ma soprattutto ancora in grado di stare davanti ai “ragazzini” terribili del Supercross. Giù dal podio Ken Roczen, quarto e mai in lotta per il successo e Marvin Musquin sesto ancora lontano dalla competitività del compagno leader del campionato.

MAIN EVENT 1

Holeshot per il vincitore di Daytona 2018 Justin Brayton davanti ad un inossidabile Chad Reed e alla KTM privata di Blake Baggett. I big del campionato Cooper Webb, Ken Roczen, Eli Tomac e Marvin Musquin restano imbottigliati a centro gruppo. Le linee del tracciato di Detroit permettono a chi deve recuperare di poter superare e infatti i duelli non mancano già dai primi minuti. Tomac e Roczen risalgono velocemente con il pilota della Kawasaki comunque più veloce che si sbarazza nell’ordine del tedesco, dopo un errore di quest’ultimo, di Justin Barcia, Blake Baggett, Chad Reed e del leader Justin Brayton dopo uno splendido sorpasso andando così a vincere. Cooper Webb dopo qualche minuto di difficoltà ingaggia un duello fenomenale con Dean Wilson resistendo agli attacchi del pilota ufficiale Husqvarna. Ken Roczen chiude quinto, Marvin Musquin solamente nono.

MAIN EVENT 2

Scatto perfetto di Cooper Webb seguito dalle due Kawasaki di Joey Savatgy e Eli Tomac e dal compagno di squadra Marvin Musquin. Altra partenza difficile per Ken Roczen che transita alla fine del primo giro solamente in nona posizione. Dopo qualche minuto Tomac rompe gli indugi passando prima Savatgy e poi Webb, dimostrando una velocità soprattutto nel tratto delle “whoops” impossibile per gli altri. Con il numero 3 che si invola verso il successo anche della seconda manche l’attenzione passa verso gli inseguitori. Marvin Musquin e Joey Savatgy entrano in contatto con il francese che si deve quindi accontentare della quarta posizione. Ken Roczen risale fino alla sesta posizione dietro ad un clamoroso Chad Reed.

MAIN EVENT 3

Partenza strepitosa per Blake Baggett che si porta davanti a tutti  alla prima curva. Eli Tomac scatta malissimo e dopo un errore che quasi lo mette out riparte dalla quattordicesima posizione. Justin Barcia, Blake Baggett e Cooper Webb danno vita ad una battaglia che dopo un “block pass” del pilota della Yamaha sul numero 4 della KTM costringe all’errore quest’ultimo, mentre Webb passa Barcia qualche curva dopo. Nel frattempo Eli Tomac sale come una furia liberandosi non senza qualche difficoltà di un Chad Reed strepitoso. A pochi minuti dal termine Dean Wilson e Ken Roczen entrano in contatto dopo una durissimo attacco del tedesco che manda a terra il pilota numero 15 dell‘Husqvarna. Blake Baggett giro dopo giro recupera prima su Justin Barcia, passandolo e poi su Cooper Webb arrivando dietro al pilota ufficiale KTM senza però riuscire ad attaccarlo.  La manche termina con la vittoria del leader del campionato mentre Eli Tomac con il sesto posto finale conquista il successo della generale davanti proprio a Webb e alla leggenda Chad Reed.

ASSOLUTA “TRIPLE CROWN”

CLASSIFICA CAMPIONATO

Appuntamento con il Supercross il prossimo Sabato con il round di Atlanta

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

FIM CEV Repsol: Moto2 e Moto3 di scena a Valencia

Moto3: Albert Arenas tornerà in azione a Jerez

La sfida di NTS, il piccolo costruttore giapponese in Moto2