Supersport Phillip Island: Randy Krummenacher cala il tris

Randy Krummenacher domina l'apertura Supersport a Phillip Island. Federico Caricasulo frenato da inconveniente nella sosta ai box

24 febbraio 2019 - 3:50

Randy Krummenacher ha dominato l’apertura Supersport a Phillip Island. Per il pilota svizzero di Evan Bros Yamaha è il terzo successo in carriera, era a secco dal round di Buriram della passata stagione. Nella gara disputata con cambio gomma obbligatorio, causa problemi di tenuta delle gomme Pirelli, Krummy ha approfittato di un incredibile colpo di sfortuna capitato a Federico Caricasulo. Dopo la sosta ai box il 22enne ravennate è stato rimandato in pista con il cavalletto ancora fissato alla moto, problema che gli è costato 6-7 secondi rivelatisi decisivi. Forse Krummenacher, sempre velocissimo a Phillip Island,  avrebbe vinto comunque, ma sarebbe stata una bella lotta…

Che casino nei box

Nella sosta obbligatoria ne sono successe di tutti i colori. Alcuni piloti sono rientrati in pista prima dello scadere dei 78 secondi minimi imposti per il cambio e la direzione gara ha provveduto a correggere la classifica aggiungendo il tempo residuo. L’errore di Yamaha GMT con Jules Cluzel si è rivelato ininfluente, perchè anche coi 1′”365 aggiunti d’ufficio il francese ha mantenuto il secondo posto. Lucas Mahias, candidato al Mondiale con la Kawasaki Puccetti, è rientrato addirittura 19″565 prima del consentito e nella classifica corretta è scivolato in dodicesima posizione.

MV Agusta a terra

Caduti entrambi i piloti MV Agusta, Il primo a volare via è stato Raffaele De Rosa, mentre era terzo incollato alle Yamaha Evan Bros. Poi è toccato a Federico  Fuligni. Inizio di stagione assai difficoltoso per Ayrton Badovini, quindicesimo. Scivolata anche per Gabriele Ruiu. Non è partito Alfonso Coppola per i postumi della caduta in prova, i dettagli qui

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Johann Zarco KTM RC16

Superbike: Johann Zarco potrebbe interessare a Ducati?

Alvaro Bautista

Simone Battistella: “Alvaro Bautista non parla con KTM”

Eugene Laverty, BMW

Superbike 2020: Eugene Laverty in BMW, che coppia con Tom Sykes!