Road Racing: positivo ritorno in azione per Cameron Donald

Ha corso la Cookstown 100

1 maggio 2010 - 0:11

A 10 mesi dal brutto infortunio nel corso del Tourist Trophy 2009, poco dopo aver segnato il nuovo giro record del “Mountain”, Cameron Donald è tornato in azione prendendo parte, iscrivendosi all’ultimo minuto, alla Cookstown 100, una delle grandi classiche del Road Racing.

il pilota australiano ha corso con le Suzuki GSX-R 1000 e 600 del team Relentless by TAS, chiudendo secondo tra le Superbike e quarto tra le Supersport, battuto da un velocissimo Ryan Farquhar. Più che ai risultati in sè, Donald ha pensato a ritrovare il feeling con la guida in vista della North West 200 e, ovviamente, del Tourist Trophy.

Sono davvero molto felice“, ha ammesso Donald. “Io non corro mai per il secondo posto e non son mai soddisfatto per un risultato del genere, ma il mio intento per Cookstown era quello di ritrovare la fiducia in sella e sentirmi bene con la Suzuki. Per un pilota che corre nelle gare su strada questo è importante, e devo dire che mi son trovato a mio agio soprattutto con la Superbike.

Penso che sarei riuscito a vincere, ho seguito molto Ryan Farquhar che a Cookstown è sempre velocissimo, ma ho commesso un errore che mi ha fatto perdere 50 metri preziosi per vincere. Penso comunque che sto ritrovando la forma, e di questo ne sono particolarmente felice“.

La partecipazione di Cameron Donald era stata annunciata solo all’ultimo momento, lasciando sorpresi avversari e addetti ai lavori che aspettavano di rivedere il forte pilota del team Relentless Suzuki soltanto alla NW200.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: sempre Beaubier, brutto crash di Lewis

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: Beaubier domina Gara 1

biesiekirski moto2

Moto2, ‘esordio’ alternativo per Biesiekirski: test a Barcellona con SAG Team