Red Bull Rookies Cup Mugello Gara: Arthur Sissis vince la volata a 4

Baldassarri 4° a -17 in classifica

2 luglio 2011 - 13:25

Presentatosi in testa all’uscita della “Bucine”, Arthur Sissis nell’unica gara della Red Bull Rookies Cup in programma in occasione del Gran Premio d’Italia ha sovvertito una regola consolidata del motociclismo all’Autodromo Internazionale del Mugello: vince, per il gioco delle scie, chi si ritrova in 2° o (meglio) in 3° posizione. Non c’è stato verso questa volta: il 16enne australiano, pluricampione in madrepatria tra Speedway e Dirt Track (bacheca quasi infinita di titoli in ogni specialità), ha colto la terza vittoria stagionale allungando a +17 in classifica di campionato.

Da tre anni impegnato nella Red Bull Rookies Cup, il nativo di Adelaide ha conseguito un’affermazione importante ai danni di Lorenzo Baldassarri, quarto sul traguardo a 297 millesimi dalla vittoria, beffato sì nella volata finale per il podio da Tomas Vavrous e Aaron Espana in un folto gruppetto di testa composto da ben sette piloti. Aspettando il Sachsenring sono adesso 17 i punti da recuperare per il “Balda”, in grado di concludere davanti ad un rimontante Philipp Öttl, Florian Alt e Xavier Pinsach a completare il plotone dei piloti in lizza per il podio.

Per completare il bilancio degli italiani, Stefano Valtulini dopo la pole position ed una prima parte di gara da protagonista ha concluso in 12° posizione seguito da Andrea Migno (15°) e Kevin Arginò, 20° perdendo terreno nel finale dopo aver agganciato la zona punti. Possibilità di riscatto tra un paio di settimane al Sachsenring con nuovamente due gare in programma nel week-end.

Cronaca di Gara

Pista, quantomeno nella traiettoria ideale, quasi completamente asciutta per l’unica gara in programma al Mugello della Red Bull Rookies Cup da disputarsi sulla distanza di 13 giri. Allo spegnimento del semaforo il poleman Stefano Valtulini si fa “bruciare” da Arthur Sissi scattato dalla seconda fila, leader alla staccata della “San Donato” con Vavrous, Alt, Pinsach, Orellana a seguire, Baldassarri è 8°, Migno 17°, Arginò 20° anche a causa di un problema tecnico al giro di formazione in griglia, prontamente risolto dallo staff al seguito dei giovanissimi della Rookies Cup.

Gruppo compatto al primo giro tanto che alla seconda “Arrabbiata” Vavrous passa all’esterno Valtulini e, alla successiva staccata della “Scarperia”, conquista il comando ai danni di Sissis proprio quando Deni Cudic vola rovinosamente a terra. Si chiude la prima delle 13 tornate previste, Sissis sul traguardo beffa Vavrous per 67 millesimi, Valtulini resta in 3° posizione, Baldassarri è 8° ma a stretto contatto con i capoclassifica.

Al secondo giro sembra formarsi un poker di testa con Sissis, Vavrous, Valtulini e Aaron Espana in fuga, ma dura poco: già al terzo passaggio gli inseguitori hanno recuperato terreno a cominciare da Baldassarri, quinto e presto in grado di attaccare alla “Bucine” Valtulini per la terza piazza. Si movimenta la bagarre per il primato al quarto giro: Espana, riconoscibile per il casco “Spies Replica”, guadagna il comando su Sissis all’ingresso della Arrabbiata-1, ma in piena corsa per la leadership ci sono anche nell’ordine Vavrous, Baldassarri, Pinsach, Valtulini e Alt tutti racchiusi nello spazio di 1″.

I sorpassi non mancano, a maggior ragione alla staccata della “San Donato”: succede così di vedere Espana ritrovarsi da 1° a 3° in un sol colpo, sopravanzato da Arthur Sissis e Lorenzo Baldassarri a riproporre il duello che ha contraddistinto le ultime due prove della Rookies Cup tra Silverstone e Assen. I due rivali per la corsa al titolo provano a far squadra abbozzando un tentativo di fuga, missione compiuta nei confronti di Pinsach, Alt, Valtulini e Binder, non per Vavrous ed Espana, abili a mantere il contatto con le KTM contraddistinte dai numeri 61 e 7.

A cinque giri dalla bandiera a scacchi Sissis, Vavrous, Baldassarri, Espana sono racchiusi in 2 decimi, a 1″ seppur in rimonta si evidenziano Alt e Pinsach in recupero, attualmente i piloti più veloci in pista; perde progressivamente terreno invece Stefano Valtulini, 10°, Kevin Arginò nel frattempo si ritrova in 15° piazza davanti ad Andrea Migno a completare la pattuglia dei piloti italiani.

Si arriva al rush finale della contesa con il gruppo di testa compatto: Sissis, Vavrous, Espana, Baldassarri, Alt e Pinsach, 3 giri al termine e Aaron Espana si presenta al comando con una decisa staccata in fondo al lungo rettilineo dei box lasciando di sorpresa il leader della classifica di campionato Arthur Sissis. La risposta arriva alla successiva tornata, il confronto per il primato consente a Philip Öttl di ricucire il gap e presentarsi dalla 7° posizione in piena corsa per il podio.

All’ultimo giro sono così 7 piloti in un fazzoletto, per un gruppo composto nell’ordine da Sissis, Vavrous, Alt, Baldassarri, Espana, Pinsach e Öttl. Aaron Espana ci prova subito con una spettacolare staccata alla “San Donato”, ma non chiude la traiettoria e permette ad Arthur Sissis di ritrovarsi nuovamente in testa. L’australiano non commette errori, chiude tutte le porte e, probabilmente per la prima volta nella storia di una gara motociclistica 125cc 2 tempi al Mugello, pur presentandosi in testa all’uscita della “Bucine” taglia vittorioso il traguardo. Serve a poco il gioco delle scie per Tomas Vavrous e Aaron Espana, rispettivamente 2° e 3° “beffando” Lorenzo Baldassari che perde in un sol colpo 12 preziosi punti per la classifica di campionato. Dodicesimo è invece Stefano Valtulini, un punticino per Andrea Migno 15°, scivola in 20° posizione Kevin Arginò.

Red Bull MotoGP Rookies Cup 2011
Mugello, Classifica Gara

01- Arthur Sissis – AUS – 13 giri in 28’59.931
02- Tomas Vavrous – CZE – + 0.211
03- Aaron Espana – SPA – + 0.259
04- Lorenzo Baldassarri – ITA – + 0.297
05- Philipp Öttl – GER – + 1.286
06- Florian Alt – GER – + 1.435
07- Xavier Pinsach – SPA – + 1.456
08- Alan Techer – FRA – + 4.763
09- Javier Orellana – GBR – + 12.642
10- Brad Binder – RSA – + 12.695
11- Willi Albert – GER – + 12.723
12- Stefano Valtulini – ITA – + 12.931
13- Joakim Niemi – FIN – + 20.923
14- Scott Deroue – NED – + 21.053
15- Andrea Migno – ITA – + 26.014
16- Joe Roberts – USA – + 27.036
17- Hafiq Azmi – MAL – + 27.106
18- Kyle Ryde – GBR – + 27.221
19- Max Enderlein – GER – + 27.744
20- Kevin Arginò – ITA – + 27.780
21- Lukas Trautmann – AUT – + 30.876
22- Ivo Lopes – POR – + 1’13.181

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp aragon

MotoGP/Superbike, ad Aragón tutti gli eventi a porte chiuse

michelin motogp

MotoGP, Michelin: “Aiuti a KTM? Stesse polemiche 2017 con Ducati”

quartararo motogp

MotoGP, Fabio Quartararo: “Anche in Austria attenzione a KTM”