MotoGP: Valentino Rossi “La caduta? Nessun problema”

Lavoro per ritrovare il feeling con la Yamaha M1

4 maggio 2010 - 3:42

I miglioramenti per provare a vincere il GP di Jerez per Valentino Rossi sono arrivati… al lunedì. Nei test post-GP sul circuito andaluso insieme alla squadra ha trovato una buona messa a punto con la M1, dotata anche di un nuovo propulsore. Tutto bene eccezion fatta per una scivolata alla curva 2 (denominata “Michelin”), senza conseguenze.

Abbiamo migliorato il nostro set-up di gara e ho trovato una maggior stabilità e trazione, per cui siamo arrivati al punto giusto, ma troppo tardi rispetto alla gara“, afferma Valentino Rossi. “Per la Bridgestone abbiamo provato un nuovo pneumatico anteriore, mentre dal Giappone è arrivato un nuovo motore per migliorare la nostra accelerazione. La differenza è minima, ma significativa, anche se non sappiamo quando lo useremo in gara. I tempi sul giro sono stati molto veloce e, scivolata a parte, è stata una buona giornata“.

A proposito della caduta, Rossi spiega la dinamica e assicura di non aver, sua fortuna, riscontrato alcun problema da questa disavventura.

Ho perso l’anteriore in quel punto credo a 65 km/h, per fortuna non è stato un problema. Adesso ci sono due settimane di sosta e sarò al top per Le Mans“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ducati-Yamaha, test a Misano. Con Pirro e Folger anche Bautista e Davies

MotoGP, Assen: Alex Rins “Sarà battaglia anche quest’anno”

Pit Beirer: “Pedrosa non è marketing, vuole fare la differenza con KTM”