Alberto Forato: “Il motocross è la mia vita”

Alberto Forato ha esordito con un doppio successo nella prima gara stagionale del campionato EMX250. Obiettivi chiari per il giovane talento italiano.

26 marzo 2019 - 7:08

La stagione di Alberto Forato è iniziata nel migliore dei modi con il doppio successo nel primo round del campionato EMX250 a Matterley Basin (qui trovate il resoconto della gara). Classe 2000, originario di Cavaso del Tomba in provincia di Treviso, Forato è uno dei ragazzi più promettenti dell’intero panorama motociclistico italiano nonostante la sua carriera agonistica sia iniziata oltre 10 anni fa. Quest’anno gareggia con l’Husqvarna 250 del Team Madii Racing nell’europeo di categoria.

VOGLIO MIGLIORARMI SEMPRE

Alberto, raccontaci cosa significa per te il motocross e la tua carriera fino ad oggi.

“Il motocross è la mia vita e sono cresciuto volendo fare questo, sono salito in moto per caso e non ci sono più voluto scendere. Già da piccolino sapevo cosa avrei voluto fare da grande,la mia carriera è un sogno che sto cercando di realizzare lavorando sempre per raggiungere i miei obiettivi .

I tuoi obiettivi per la stagione sono cambiati dopo la doppietta a Matterley Basin oppure sono già in linea con quello che ti aspettavi?

“No, i miei obiettivi sono sempre gli stessi. Sono arrivato a Matterley volendo fare bene e me ne vado con la stessa voglia, cercando di migliorarmi sempre.”

Che campionato ti aspetti e che avversari temi maggiormente?

“Mi aspetto un campionato molto bello con molti avversari tosti e non so dirti onestamente chi lo sarà maggiormente, per me sono tutti veloci”.

Che differenze ci sono tra la Honda che guidavi in passato e la tua Husqvarna di questa stagione?

“Sono due moto completamente diverse dal telaio al motore ma adesso con l’Husqvarna mi trovo molto bene”.

Quali sono le tue caratteristiche principali in pista?

“Eh, una bella domanda, di solito lascio giudicare agli altri. Io di solito sono uno che guida abbastanza pulito in piedi e mi diverto un sacco sopra alla moto”.

Segui il Supercross USA? Sarebbe un sogno andare a correre con loro?

“Sì, quest’anno sto guardando quasi tutte le gare e mi piace molto il Supercross USA. Per andare a correre da loro ovviamente dovrei valutare la proposta che potrebbe arrivarmi”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MXGP Lombardia: Jeremy Seewer in pista a Mantova

Honda HRC in pista per preparare il National

MXGP: Honda SR, il piccolo miracolo di Jeremy Van Horebeek